smog

Continuano i “giorni dell’emergenza smog”, in un ottobre indefinibile, sospeso tra marzo (senza pioggia) e settembre. Continua l’assenza di elaborazione politica su questo tema. I blocchi delle auto sono ormai ignorati, anche da chi costruiva barricate e polemiche. Il problema è strutturale, ovvero riguarda tutti i settori economici: agricoltura (attraverso la grande quantità di ammoniaca), mobilità, industria e condizionamento ambientale degli edifici.

Gli effetti sull’uomo dell’emergenza smog sono drammatici. “Un sesto dei decessi mondiali causati dallo smog: tre volte più dell’effetto combinato di Aids, tubercolosi e malaria e 15 volte più di tutti conflitti armati e delle altre forme di violenza. I numeri vengono dal rapporto della Lancet Commission on Pollution & Health. Tra i principali responsabili di questo quadro sanitario, anche per il legame sempre più stretto tra inquinamento e cambiamento climatico, figurano i combustibili fossili: il loro uso, sommato alla combustione della biomassa nei paesi a basso reddito, produce l’85% del particolato e una quota rilevante di altri inquinanti atmosferici”, http://www.repubblica.it/…/l_inquinamento_uccide_15_volte_…/.

Continuo a pensare che servano poche azioni precise:
– moratoria dei combustibili fossili entro il 2030, con un progressivo avvicinamento: -30% 2020, 70% 2025.
– Elettrificazione dei servizi residenziali (percorso obbligato dalla eliminazione del gas metano), ovvero condizionamento ambientale elettrico con pompe di calore che recuperino e utilizzino il calore dell’ambiente e dei collettori solari.
– Riqualificazione degli edifici e dei processi produttivi per risparmiare energia e risorse naturali.
– Ritorno ai trasporti collettivi, in sostituzione ai trasporti individuali.
Come fare? In politica le domande sono più importanti delle risposte. Iniziamo a costruire reti di persone che chiedano con forza risposte a questi problemi.
http://www.corriere.it/cronache/17_ottobre_19/pianura-padana-vasca-smog-foto-spazio-dell-astronauta-nespoli-27f35554-b4a7-11e7-aa01-fc391f169342.shtml?refresh_ce-cp.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO