L’inaugurazione della mostra di Pippo Falcone “Vivere la libertà a colori”

0

Taglio del nastro per la mostra “Vivere la libertà a colori” che apre le porte del Magneti Cowork ai palermitani. Paolo Battaglia La Terra Borgese presenterà 60 dipinti 50×70 realizzati da Pippo Falcone dal 2015 ad oggi. Vernice alle ore 18,30 di sabato 23 settembre in via Emerico Amari 148. Free admittance.

La mostra di Pippo Falcone – ha detto Paolo Battaglia La Terra Borgese – è legata ad una sorta di Arte dei rumori a braccetto con l’antico Futurismo di Luigi Russolo, col quale Falcone condivide il rigetto del passato e della memoria accademica, la percezione dinamica è procurata all’osservatore mediante la smembramento e la successiva fusione delle cose in un diverso amalgama. «Tutto si muove, nulla è fermo», un Panta rhei del divenire personale dall’Artista quale moto perenne per il morire della realtà negativa favorendo così un concetto filosofico carico di beatitudine. È quel desiderio ritenuto vano e inconsistente dai più, che tuttavia fa sognare il nostro Autore fino a fargli vedere con la mente un mondo ricco e giubilante di colore. Perciò gli spazi, le sagome e le cose si coinvolgono in nuovi profili entrando uno nell’altro. Queste dinamiche sono rese con sapiente uso di curve pianeggianti e oblique dai colori molto forti e contrastanti che le linee spezzate infuocano ancora di più. Poche, rapide pennellate di colore delineano questa tensione psicologica dell’Artista nella più assoluta libertà immaginativa. È espressa una feroce critica verso una società priva di ogni gioia, di ogni sorriso, per un difetto della propria organizzazione. I toni accesi (gialli, rossi, arancioni) contrastano con i blu e i neri, a rappresentare la sofferta condizione esistenziale dell’uomo moderno. La totale assenza di luce offre a nudo le angosce degli individui, in contrasto con vividi colori che inneggiano ad una vita vivace e rumorosa”.