“La verità” di Brunori è il miglior video Premio Pivi 2017

C’è un bellissimo commento sotto il video de ‘La Verità’ di Brunori Sas nel quale l’utente Danny Antolini scrive: “Hanno ucciso Babbo Natale e chi sia stato non si Sas”. Oppure un altro ammette: “Il vero, unico, serio, autorevole numero 1”. Mentre i nuovi adepti alla religione Sas si strabiliano: “Manco sapevo che esistesse, l’ho sentita ieri alla radio e una canzone così nuova e così bella non la sentivo da 20 anni”. Pubblicato il 16 dicembre, in tempo per essere il miglior brano del 2016, è stato il volano che ha permesso all’album “A Casa Tutto Bene” di essere il miglior disco del Premio Pivi 2017. Ma la cosa ancora più incredibile è che Dario Brunori ha scritto anche il soggetto del video di “La Verità”, lasciando poi al regista Giacomo Triglia la responsabilità del girato. Brunori e Triglia hanno quindi realizzato uno dei videoclip più incredibili di tutte le edizioni del Pivi, votato in massa dai giornalisti accreditati al Mei, una vittoria netta che ha facilitato spoglio e conteggio.

È dicembre e nel corso Mazzini di Cosenza c’è un Babbo Natale accasciato al suolo, in un’altra immagine flashback un padre accudisce il figlio con quello che può, tra un brodo caldo e lo stato che continua a chiedere sotto forma di aumenti in bolletta. Il padre è disperato, tanto da accettare di fare un Babbo Natale per far felici (almeno) altri bambini. La disperazione non si placa e porta Babbo Natale davanti a una gioielleria in centro; il colpo azzardato finisce male con i vigilantes che intervengono in tempo (questo forse il punto dove la fantasia ha superato la realtà) e freddano l‘uomo con barba e vestito rosso. Quando arriva il vero finale il nostro cuore reagisce alla stessa maniera di un film di tre ore, ma sono passati solo 5 minuti: un concentrato emotivo di ineguagliata sensibilità. E, purtroppo per Danny Antolini, chi ha ucciso Babbo Natale si Sas.

Premio Pivi 2017- Top 10:
Brunori SAS – “La Verità” (Picicca). Regia: Giacomo Triglia. Soggetto: Dario Brunori. DOP: Luca Fortino.
Edda – “Signora” (Woodworm). Regia e soggetto: Fabio Capalbo. Dop: Nicola Cattani.
Motta – “Del Tempo Che Passa La Felicità” (Sugar). Regia: Francesco Lettieri. Dop: Gianluca Palma.
Levante – “Non Me Ne Frega Niente” (Carosello). Regia: Stefano Poggioni. Soggetto: Claudia Lagona (Levante). DOP: Claudia Cataldi.
Mòn – “Lungs” (Urtovox rec/Supermota). Direzione, illustrazione, animazione ed editing: Marco Brancato.
Paolo Benvegnù – “Se Questo Sono Io” (Woodworm). Regia: Fabio Capalbo. DOP: Nicola Cattani.
Calcutta – “Dal Verde” (Bomba Dischi). Regia: Francesco Lettieri. DOP: Gianluca Palma.
Ex-Otago con Caparezza – “Ci Vuole Molto Coraggio” (Garrincha). Regia: Serena Gargani. DOP: Giovanni Labianca.
Fast Animals and Slow Kids – “Annabelle” (Woodworm). Regia: Artù (il cane). Montaggio: Roberto Cruciani e Alessio Mignoli.
Liberato – “Tu T’e Scurdat’ ‘E Me”. Regia: Francesco Lettieri. Soggetto: Francesco Lettieri e Daniele Schettino. DOP: Gianluca Palma.

Rosetta Savelli

CONDIVIDI
Articolo precedenteIl sindaco Tonellato: «Coordinare meglio gli eventi ed evitare inutili polemiche»
Articolo successivoBarbecue a Forlì
Rosetta Savelli coltiva da sempre l'amore per la musica, la letteratura e l'arte. Ha pubblicato 4 libri: un racconto, una raccolta di poesie e due romanzi. Ha partecipato a numerosi concorsi letterari ottenendo riconoscimenti e pubblicazioni. Il suo romanzo "La Primavera di Giulia" è stato pubblicato dal Ponte Vecchio in Cesena nel 2006. Il racconto "Iris e Dintorni" e la raccolta di poesie "Le Magie che mi soffiano lontano" sono stati pubblicati nel 2002 dalla Firenze Libri e sono stati presentati alla 55° Fiera del Libro di Francoforte nel 2003. Nel 2009 ha partecipato al Premio Letterario Firenze per le Culture di Pace, dedicato a Tiziano Terzani ed è stata inserita nel volume antologico "Racconti per la Pace" con il racconto "Il Mondo nella piazza davanti a casa mia". Nel 2014 ha partecipato al Concorso Big Jump con il suo ultimo romanzo pubblicato in Amazon “Celeste (Da qui a Hollywood la strada è breve)” risultando 15° fra 220 concorrenti. Nel mese di ottobre 2015 Rosetta Savelli ha vinto il III° Premio alla V° Edizione del Premio Kafka Italia 2015 in Gorizia, presso Kulturni C Lojze Bratuž, con il Racconto “Iris e Dintorni” edito nel 2003 dalla Firenze Libri. Nel mese di aprile 2017 Rosetta Savelli insieme all'artista Daniele Miglietta ha vinto il Premio della Critica in occasione della I°Edizione del Concorso online “Poesia a Colori”. Rosetta Savelli ha partecipato con la poesia “Se sei donna ti diranno che ti manca” abbinata all'opera pittorica di Daniele Miglietta “Sleeping on flowers”. Collabora con la rivista di arte contemporanea "Juliet art magazine" con sede a Muggia (Trieste) e diretta da Roberto Vidali. Collaborazione nata nell'anno 2014 e tutt'ora in atto.