Futball Cava, partenza al top per gli Esordienti 2005

0

Il debutto stagionale degli Esordienti 2005 del Futball Cava sarà il “Ravenna Top Cup 2017”, il più grande e prestigioso torneo d’Italia con ben 54 team iscritti, fra cui i più importanti club italiani, come Juventus, Inter, e Lazio, ed europei. La competizione, in programma dal 6 al 10 settembre, rappresenterà una bella vetrina per i ragazzi della società, che proprio nel settore giovanile ha la propria ragion d’essere. «Abbiamo 250 atleti, e copriamo tutte le categorie, dalla prima squadra alla Scuola Calcio – illustra il responsabile del vivaio, nonché vicepresidente, Roberto Muratori (nella foto) – quest’anno, puntiamo molto sui 2004, impegnati nel campionato interprovinciale. Abbiamo allestito una formazione competitiva, integrandola con qualche elemento 2005, nonostante il nostro obiettivo sia avere compagini formate da ragazzi della stessa annata». Anche gli Juniores parteciperanno a un torneo di livello regionale, mentre gli Allievi, pur disputando un campionato di ambito locale, sperimenteranno l’integrazione col calcio a 5. «Saranno seguiti da tecnici del Forlì calcio a 5, come nei grandi club europei, dove si impara sia dal calcio a 11 sia da quello a 5». Come sempre, particolarmente qualificato e preparato lo staff tecnico, che dovrà, però, fare a meno di Gabriele Evangelisti «che lo ringraziamo tantissimo per il lavoro svolto in questi anni». La squadra Allievi è stata affidata a mister Enrico Fiore; i Giovanissimi 2004 alla new entry Francesco Conti, proveniente dall’Edelweiss; gli Esordienti al tandem formato da Sergio Marzocchi e Mirko Milandri; i Pulcini a Marco Pascucci, Fabio Garavini, e, di nuovo, Francesco Conti; infine, Andrea Mengozzi e Jennifer Maltoni si occuperanno dei piccoli di Primi calci e Scuola calcio. Quanto ai Giovanissimi 2003, allenati da Giuliano Gaddoni e Andrea Zampiga, sperimenteranno il piatto forte preparato dalla società, ovvero il progetto che coniuga sport e scuola, supportando da un lato i ragazzi nel proprio percorso di studi, con insegnati e psicologi per aiutare a recuperare chi presenta materie insufficienti, dall’altro subordinando le convocazioni al rendimento scolastico. «Si tratta di un’iniziativa portata avanti insieme al Calcio a 5 Forlì, nella persona di mister Andrea Marelli. Complessivamente, saranno una trentina i giovani interessati, suddivisi in due squadre; per giocare, conteranno risultati e comportamenti sia sul rettangolo verde sia sui libri. E’ una grande scommessa, se andrà bene rappresenterà il trampolino di lancio anche per le altre annate: a mio avviso, il calcio, con tutto il seguito che ha, deve essere sfruttato maggiormente a fini sociali, ad esempio favorendo l’istruzione, che è un diritto di tutti, senza distinzione». E la Futball Cava non si ferma qui. «Ci piacerebbe allargare il nostro bacino d’utenza, coinvolgendo, in primis, bambini e ragazzi di Villafranca, tanto più che, grazie alla disponibilità di un pullmino di proprietà, il trasporto non sarebbe affatto un problema».