basket pallacanestro

Poderosa Montegranaro – Unieuro Forlì: 92 – 69

A un mese dalla prima giornata di campionato l’Unieuro ha giocato a Montegranaro la prima amichevole contro una squadra di pari categoria. Match condizionato, come i due precedenti, dai carichi di lavoro cui gli allenatori stanno sottoponendo le squadre in questi giorni. Dopo un primo tempo a ritmi alti, nel terzo e soprattutto ultimo periodo complici acido lattico e quintetti improbabili le difese, in particolare quella di Forlì, hanno perso le distanze: Montegranaro ha avuto vita facile allungando fino al 92-69 finale.
Forlì torna in palestra lunedì per una doppia seduta (10,00 e 16,30), mercoledì sera al Palafiera Trofeo Erreà con Pesaro: ingresso 5 euro, gratuito per gli Under 8.

Poderosa Montegranaro: Gueye 3, Rivali, Corbett 19, Amoroso 18, Powell 21, Zucca 14, Maspero 17, Angellotti, Urso, Scocco, Brighi, Cimini. All. Ceccarelli.
Unieuro Forlì: Naimy 10, Bonacini 5, Fallucca 9, Jackson 15, Severini 7, Castelli 4, De Laurentiis 5, DLiegro 12, Gellera 2, Ravaioli, Campori. All. Valli.
Parziali:  22-15, 43-34, 64-47.


 

Raggisolaris Faenza – Tigers Forlì: 86 – 81

Procede bene il lavoro di preparazione e costruzione della squadra da parte di Di Lorenzo e dello staff tecnico. Questa la principale indicazione che i Tigers portano a casa dall’amichevole del PalaCattani contro i Raggisolaris che, alla prima uscita davanti al proprio pubblico, confermano sul campo le voci che li accreditano fra le squadre più interessanti del Girone B.
In una partita caratterizzata da scarti minimi al termine di ogni quarto, gli arancioneri hanno messo in campo l’embrione di quello che sarà il gioco che caratterizzerà le partite quando in palio ci saranno i due punti. Il tiro da 3, quando le gambe ora appesantite lo consentiranno, sarà una valida opzione, ma è dal gioco a campo aperto che i Tigers trarranno la principale ispirazione con due opzioni: la corsa palla in mano di Battisti, arrestabile praticamente solo con il fallo, o l’atletismo delle ali, come visto questa sera al PalaCattani, pronte a scattare dai rimbalzi di Sacchettini e Cicchetti.
Proprio i rimbalzi hanno costituito il punto di forza dei Tigers in tutto il primo tempo, soprattutto in attacco, dove la difesa manfreda ha concesso diversi secondi tiri. Solo le fiammate dall’arco hanno consentito ai padroni di casa di imporsi 46-41 nei primi due quarti. Poi la partita si è spenta e, nella terza frazione di gioco, mentre Forlì provava a diversificare il gioco in attacco, Faenza approfittava dei tanti tiri liberi per non far scappare via l’avversario. Qualche inevitabile palla persa di troppo ed il terzo quarto va in archivio col parziale di 18-17. Qui prende forma il personalissimo show di Venucci, che alla fine realizzerà 27 punti.
Nell’ultimo quarto, comprensibilmente dominato dalla stanchezza, Forlì appare più lucida in attacco ed è molto presente in difesa, fino a quando, in debito d’ossigeno, dilapida il vantaggio che le avrebbe consegnato la vittoria complessiva e chiude sul +1.
Più che dai freddi numeri, è dal gioco messo in campo che si è potuto apprezzare il passo in avanti dei Tigers ed i cinque uomini in doppia cifra ne sono una chiara dimostrazione.
Da lunedì di nuovo al lavoro con le doppie sedute di allenamento, ma non mancheranno le occasioni per seguire la squadra sul campo. In settimana sono infatti previste due amichevoli con i Crabs. I Tigers giocheranno a Rimini mercoledì 6 settembre alle ore 17,00, mentre renderanno l’ospitalità ricevuta sabato 9 settembre alle ore 21,00 in un’amichevole ufficiale, quindi senza l’azzeramento del punteggio ad ogni quarto.

Raggisolaris Faenza: Perin 8, Silimbani 8, Benedetti 3, Venucci 27, Iattoni 13, Pagani, Milosevic, Chiappelli 15, Aromando 12. All.: Regazzi. 
Tigers Forlì: Zani 5, Papa 8, Carpanzano 14, Battisti 17, Cicchetti 14, De Fabritiis 13, Villani NE, Rossi, Sacchettini 10, Agatensi, Plachesi n.e, Puntolini n.e, Pambianco n.e. All.: Di Lorenzo.
Parziali: 25-21; 21-20; 18-17; 22-23.