Attilio Bardi

Al termine di Forlì-Sasso Marconi, prima gara ufficiale di coppa Italia per i Galletti, il mister Attilio Bardi spiega la sconfitta sopraggiunta dopo i calci di rigore: “Perdere fa male, per come abbiamo interpretato la partita. Abbiamo spinto molto, creato delle occasioni importanti, non siamo mai andati in difficoltà. Nel secondo tempo il primo gol ci ha un po’ destabilizzato, poi siamo stati bravi a rimettere in gioco la sfida e ci sono state le occasioni per andare in vantaggio”. 
Siamo dispiaciuti – prosegue Bardi – perché pur non avendo subito abbiamo preso due gol che si potevano evitare. Il nostro portiere è giovane e dagli errori può imparare. La squadra nonostante tutto ha risposto e ha riaperto la gara”.
È stato poi intervistato l’autore del 2-2 al 91’, Ludovico Longato, autore di una splendida rete su punizione dalla distanza: “Mi piace tirare le punizioni. Anche se era distante ci ho provato, ed è andata bene. Spero che succeda ancora”.
Nonostante il risultato, i Galletti hanno giocato un buon match: “Penso che abbiamo fatto una prestazione importante. Gli avversari hanno fatto un tiro solo, noi abbiamo avuto molte occasioni ma non siamo riuscito a concretizzarle. Usciamo da questa partita positivamente, abbiamo giocato bene, creato occasioni. Dobbiamo limare dei dettagli per arrivare bene all’inizio del campionato”.
Con la prima rete subita i ragazzi di Bardi si sono disuniti per qualche minuto, salvo poi riorganizzarsi per riaprire il match: “Dopo il gol abbiamo accusato un po’ il colpo, ma dobbiamo tener conto che ci alleniamo assieme da un mese, siamo tutti nuovi. Stiamo lavorando bene e dobbiamo continuare così. Il nostro obiettivo è il campionato, anche se con il Sasso Marconi abbiamo fatto di tutto per vincere”.