piscina i fondi

Giornata di paura alle 18,30 di ieri per una cinquantina di persone alla piscina dei “Fondi” di Dovadola quando una nube si è materializzata dall’acqua nel momento in cui è stato versato il cloro. Il gas ha invaso tutta la zona creando il fuggi fuggi. Tante le persone che hanno dovuto provvedere alle cure del 118: due bambini intossicati, ma stando ai primi accertamenti per fortuna non si tratterebbe di casi gravi. Dopo le prime cure sono tornati a casa. Intossicato in modo lieve il bagnino. Scattato l’allarme sul posto si sono precipitati i carabinieri e i vigili del fuoco che sono rimasti sul posto fino a tarda sera per cercare di capire che cosa abbia innescato la nube. Allertati anche i tecnici Arpae che dovranno valutare un eventuale impatto ambientale della misteriosa nuvola di gas. Secondo i primi riscontri l’ammasso gassoso si sarebbe prodotto a seguito di una inusuale reazione tra l’acqua e il cloro: con tutta probabilità però a produrre il gas sarebbe stato un’altra sostanza, ancora da identificare. I carabinieri, di concerto con il pm di turno, stanno valutando l’ipotesi del sequestro della piscina.