guardia di finanza auto

L’indagine della Guardia di Finanza di Forlì ha prodotto 5 denunce per bancarotta. La Procura di Forlì ha, infatti, emesso degli avvisi di conclusione indagini nei confronti di 5 persone, tra i 40 e 70 anni, gestori di fatto di una società fallita per bancarotta fraudolenta. L’azienda, in liquidazione volontaria dal 2013, operava nel settore metalmeccanico della lavorazione di lamiere per rivestimenti in edilizia. La società aveva iniziato l’attività due anni prima e in breve aveva raggiunto un volume d’affari di 1,2 milioni di euro, cambiando però spesso l’organo amministrativo e arrivando ad avere anche una trentina di dipendenti. Al momento della dichiarazione di fallimento da parte del Tribunale, nel 2015, aveva accumulato un passivo di oltre 320.000 euro soprattutto verso banche, fornitori ed Equitalia. Le indagini della Guardia di Finanza di Forlì hanno permesso di scoprire azioni per drenare risorse economiche, costi ingiustificati e distrazione di somme per circa 500.000 euro.