A vut e Goz

Alcune proteste manifestate nella scorsa edizione della Festa Artusiana potrebbero avere ripercussioni sull’edizione del 2017 che partirà tra pochi giorni (dal 24 giugno al 2 luglio). L’importante kermesse artusiana, infatti, potrebbe perdere la folkloristica e colorita presenza de “E Gòz“, associazione che ha il suo stand fisso con tanto di taglieri di affettati, ciccioli, formaggio e buon vino.

Le accuse furono mosse lo scorso anno su Facebook da alcune donne vittime di palpeggiamenti e frasi scurrili. I ragazzi de E’ Gòz allora quest’anno, sotto la pressione di alcuni residenti (che lamentano l’eccessiva confusione) e delle “vittime” delle manimorte hanno deciso di promulgare un “regolare” referendum “A vut e Gòz?”.

Domenica 11 giugno – si legge nella pagina evento di Facebook – in via del Castello, ovviamente a Forlimpopoli, si terrà il referendum più importante dell’anno, tutta la cittadinanza (e oltre) è invitata a fare il proprio dovere! Come in tutte le votazioni, ci sarà l’apposita cabina elettorale per garantire la massima “praivasi”. Basta con l’olio di palma!“.

CONDIVIDI
Articolo precedenteFesta del Quartiere San Tomè 2017
Articolo successivoOtto ambulanze su dieci fuori norma. Pompignoli: «Situazione gravissima»
Classe 1963, diploma in Ragioneria, iscritto all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti dal 1994. Appassionato di giornalismo e social network ha collaborato come giornalista pubblicista per la Gazzetta di Forlì, per la Gazzetta dello Sport, Corriere di Forlì, Forlì&Forlì e dal 2000 fino ad aprile 2013 per Il Resto del Carlino di Forlì. Da luglio 2011 è direttore di 4live.