Trattoria Ristorante Adis

0
Letture: 1813

Trattoria Ristorante Adis
Indirizzo: via Tessello 6651 a Tessello di Cesena (FC)
Recapiti tel. 0547 – 660022
Giorno di chiusura: mercoledì 
Orario di esercizio: pranzo/cena.
Si può prenotare; non accetta Carte di Credito.
Come arrivare/itinerario consigliato: vedi descrizione; località Tessello di Cesena, sopra Bertinoro.
Parcheggio: poco spazio, adiacente.
Il locale è climatizzato e ha una piccola saletta ovale all’aperto.

Conosco da almeno 35 anni questa Trattoria che a mio avviso rappresenta il cliché della tipica locanda di frequentazione del ‘goloso’ romagnolo. Adis è di data antica essendo nato tantissimi anni fa, vedremo in quale maniera davvero originale. Siamo nelle stupende colline cesenati, ci puoi arrivare passando da Cesena, sali da Villa Silvia, oppure, se arrivi da Forlì, passa da Bertinoro (o Capocolle) e prendi direzione Tessello. Poche case rurali in pochi chilometri circondano la trattoria; solo un degno concorrente poco distante dall’Adis, è in lista di recensione prossima ventura.
Parliamo di un posto così vecchio con una spada di Damocle incredibile: il locale, forse, a breve, chiuderà! Questa triste affermazione è emersa dalla bocca di alcuni commensali e la stessa signora Adis appariva preoccupata, e mi ha detto di non scriverlo: ma il mio motto è “la verità paga”, quindi lo dico! Arrivo alla sera a Tessello piccola frazione con poche anime. E’ tutto deserto e il locale sembra “chiuso”; invece si apre la porta ed esce la signora e mi dice: “Ha bisogno?”. Gli dico: “Sono un cliente affamato”; La signora Adis: “Venga, venga, certo che è aperto”. Entrando il locale mostra tutti i suoi anni, lo vedi dalle pareti, tutto è comunque pulito ordinato e decoroso ma c’è il peso degli “anta” passati. Adis potrei descriverla come una semplice trattoria di quelle che, nelle grandi città, sono gettonatissime e da prenotarsi un mese per l’altro, solo che lì paghi fior di quattrini: qui mi sono quasi vergognato del conto.
Arriva il marito Francesco e si presenta: aiuta un po’ dappertutto; sarà la signora Adis, con la fida Cuoca Manuela, comunque a fare il grosso del lavoro. Il curioso nome Adis si tratta, nientemeno, della città di Adis Abeba che il padre della titolare ebbe buona idea d’appioppare alla bimba appena nata in data 5 maggio del 1936, anno della entrata in quella città da parte delle nostre Regie Truppe Corazzate che invasero la città Eritrea! 
Una targa ricorda la nostra ex colonia ma, e questo conta, trovo appesa in un corridoio, un’altra interessante targa che mi fa piacere citare: si tratta del “Premio Internazionale Europa” datato 2014/2015, la signora Adis mi spiega che le fu data questa grande targa dopo alcune gite di un anonimo collega ispettore.
Da oltre 40 anni la signora Adis gestisce con il marito il locale, quindi cucina romagnola doc, come vedrete in recensione, con giudizio globale ottimo se pensiamo anche alla onestà del conto. Quello che mi preme sottolineare, chiudendo, caro lettore, è che questi sono posti in fase di estinzione e prima o poi, ahimè, chiuderanno come ha chiuso quello a Selbagnone, Giovannino alla Voltre, l’incredibile chiusura del Lurido a Rimini, Osteria sul Reno, e tanti altri.
Sono i migliori posti che han creato la cucina locale, gestite sovente da famiglie e comunque con persone del luogo e con autoctoni in cucina.

Dimensione del locale: due belle sale, stile trattoria della nonna.
Arredamento, tavola: anni ’70, un po’ spartano.
I servizi igienici: bene nonostante gli “anta”.

La Cucina come area/note sulla cucina: grande cucina, antica, brace di legna!
Target locale $$$: basso.

Descrizione menù.
– Antipasti: verdure sott’olio; Affettati misti; Squaquerone; Formaggi misti; Crostini misti; ecc. (voto 7-8)
– Primi piatti: Tagliatelle al Ragù, espressamente chiesto: pasta voto 9; Ragù 8,5 quindi voti alti. Inoltre: Tortello di sole patate (patata, burro e farina) al sugo bianco di pancetta romagnola, scalogno e prosciutto crudo (voto 8).
– Secondi piatti: Arrosto e carne alla brace romagnolo: voto 8.
– Contorni: di stagione.
– dolci: Fragole di Cesena al Sangiovese, stupende, voto 9. Crostata, Ciambella romagnola, Dolci della Casa.
– La Cantina: Carta dei Vini?/dell’Acqua! Bevibile il vino della Casa, lo “sfuso” e sai come la penso, difficilmente è buono. Piccola scelta di vini in particolare Sangiovese.
– Olio, sale, pepe, spezie: standard.
– Nel Cestino: piada del tipo grosso, buona. Voto 8.
– Note sul menù/Piatti consigliati: Primi piatti. Carne alla Brace.
– Miniere gastronomiche: Tagliatelle al Ragù.

Verdetto finale: Location (l’esterno): 8; Ambiente (il Locale): 6 e 1/2; Servizio: 7,5; Menù: 8-9; Conto: 9,5.
– Locale del Cuore? Si. 
-PL = Effettua il Pranzo Lavoro a Pranzo.

“Sulla Porta”: il locale vanta queste “Placche”, trofei di queste Guide:
– 4live
– “Via Emilia Ristoranti” www.viaemiliaristoranti.it
– Targa (vedi sopra) datata 2014/2015.

Puoi provare in zona questi altri Ristoranti (vedi recensioni se presenti):
– Luis a Collinello, a pochi chilometri: recensito.
– Rist. Soms dalla Venerina a Bertinoro: recensito.
– Rist. piscina Gradisca a Capocollle di Bertinoro: recensito.

Cosa c’è da vedere/Weekend in zona? Polenta, la chiesa di Dante. Bertinoro, una cittadina stupenda. Fattorie locali con ottimi vini.
In definitiva: ottimo.