Ieri sera i Tigers hanno affrontato il Campli Basket nella gara di ritorno della primo turno di playoff. Le tigri erano costrette a conseguire una vittoria indispensabile per poter proseguire il percorso intricato ma allo stesso tempo avvincente appena intrapreso, tanto è vero che i padroni di casa erano chiamati ad una reazione immediata in seguito alla sconfitta di misura subita domenica scorso in Abruzzo.
Entrambe le compagini in ogni caso volevano ottenere il trionfo, perchè gli avversari assicurandosi il medesimo risultato avrebbero ottenuto l’accesso alla fase successiva della battaglia appena iniziata. Di conseguenza sin dalla vigilia si prospettava un match teso ed equilibrato, ma soprattutto denso di emozioni, ovviamente ambedue i club avrebbero messo in campo tutte le loro qualità, cercando di mantenere sempre un alto livello di concentrazione.
L’incontro come previsto sin dalle prime battute è stato molto equilibrato anche perchè entrambe le forze in campo si equivalevano dal punto di vista puramente qualitativo, oltre a questo veniva svolta un’attenta fase difensiva, cercando di ridurre al minimo le potenziali occasioni concesse ai rivali. In sostanza la prima parte di partita è stata una fase molto tattica e di studio, in seguito però all’inizio del terzo tempo le tigri forlivesi hanno avuto una lieve flessione che può essere fisiologica, visto l’intensità dello scontro e l’elevato numero di impegni ravvicinati a cui è stata sottoposta la squadra in quest’ultimo periodo.
Tuttavia un calo di tensione in queste circostanze può rivelarsi assai pericoloso, infatti gli abruzzesi ne hanno approfittato immediatamente mettendo a segno tre triple consecutive ed accumulando un vantaggio abbastanza consistente, fino ad un massimo di +12.
I padroni di casa ed i tifosi vedevano svanire il loro sogno, ma successivamente è avvenuta una feroce reazione delle tigri che hanno ripreso a graffiare sotto canestro, sviluppando azioni corali molto rapide e dinamiche. L’uomo simbolo della rimonta è senza alcun dubbio il n° 5 capitano Rodolfo Rombaldoni, che nel momento di maggiore difficoltà, siglando un paio di triple che sono state vitali per risollevare il gruppo e completare poi l’esaltante rimonta.
Nella fase conclusiva della lotta le tigri spinte anche dal pubblico, utilizzano le ultime energie restanti per creare un minimo vantaggio di +7, ma nonostante questo la partita si è giocata sempre punto su punto sino al termine.
La sfida è terminata con il risultato di 80–75 per i Tigers. Ora le tigri dovranno giocare la sfida decisiva in Abruzzo, domenica 7 maggio, con la stessa intensità e voglia mostrata in questo incontro, per poter proseguire questa favolosa avventura.

Andrea Cerreti

CONDIVIDI
Articolo precedenteNomura Shogoro a Firenze presenta “Scrittura sacra dell'epoca nuova"
Articolo successivoForlì va 2 a 1 e si merita un'occasione
La comunicazione si conferma essere una funzione fondamentale nella vita di ogni essere umano e si può esprimere in diversi modi e forme di linguaggio. Un vettore di informazioni e comunicazioni è senza dubbio il web, con opportunità quali i blog o le pagine facebook in cui ognuno di noi può esporsi ed esporre all'esterno pensieri, opinioni o semplicemente commentare fatti avvenuti. Una RedAzione può aiutare a sviluppare o più semplicemente dare spazio a capacità e abilità di scrittura o fotografiche. Le modalità espressive varieranno in funzione dell'argomento, degli interessi o del destinatario dell'informazione, potranno essere: articoli, fumetti, vignette, critiche, interviste, video, foto e tutto quello che verrà in mente e che di volta in volta si riterrà più adatto. Il momento redazionale e di programmazione della redazione diventa uno dei modi con cui i ragazzi possono, oltre che ordinare e attribuire senso alle proprie esperienze, anche percepire attraverso relazioni sociali un possibile rapporto con gli altri, a sottolineare come l'individuo non dipenda solo dai propri sistemi di significato, ma anche dal suo rapporto con l'ambiente e con le persone con cui la sua vita si incrocia. L'idea è anche quella di far passare un messaggio chiaro all'esterno, la disabilità non parla solo di disabilità ma può aprirsi ed esprimersi su qualsiasi cosa faccia parte della vita: musica, sport e spettacolo sono solo alcuni degli argomenti che vorremmo trattare. Tutto questo avverrà in collaborazione con 4live, blog di informazione locale, gestito da Tommaso Di Lauro (giornalista iscritto all'albo).