invalidi invalido sedia rotelle

Buone notizie. Tutti i lavori per l’eliminazione delle barriere architettoniche, eseguiti fino al 31 dicembre 2017, potranno avere una detrazione Irpef fino al 50% dell’importo speso. Avranno il beneficio della detrazione gli interventi “finalizzati alla eliminazione delle barriere architettoniche, aventi ad oggetto ascensori e montacarichi, alla realizzazione di ogni strumento che, attraverso la comunicazione, la robotica e ogni altro mezzo di tecnologia più avanzata, sia adatto a favorire la mobilità interna ed esterna all’abitazione per le persone portatrici di handicap in situazione di gravità”. Si può richiedere la detrazione del 50% per l’acquisto di montascale, servoscale e piattaforme elevatrici (Fonte: La Repubblica del 12-04-2017).

Detrazioni fiscali casa 2017. Agevolazioni per chi ha una persona con disabilità in casa, spesso è necessario effettuare ristrutturazioni edilizie per creare gli spazi necessari a garantire ogni necessità di movimento. Per questi lavori è possibile accedere alle detrazioni fiscali. La detrazione Irpef è pari al 50%, da calcolare su un importo massimo di 96 mila euro. Questo vale solo per le spese effettuate tra il 26 giugno 2012 e il 31 dicembre 2017.
Dal prossimo anno la detrazione sarà pari al 36%, da calcolare su un importo massimo di 48 mila euro per i lavoro effettuati dal 1° gennaio 2018.
Non è possibile accedere a queste detrazioni fiscali (relative alla ristrutturazione edilizia dell’immobile) contemporaneamente alla detrazione del 19% per le spese sanitarie per i dispositivi di sollevamento della persona con disabilità.

Come richiedere le agevolazioni
Per ottenere le detrazioni fiscali, è necessario presentare dei documenti nella compilazione del Modello Unico per la dichiarazione dei redditi. Bisogna raccogliere le domande e le delibere per realizzare i lavori. Fondamentale è conservare i bonifici di pagamento: è l’unico metodo di pagamento valido per accedere alle detrazioni fiscali. Informazioni dettagliate sono reperibili nel sito dell’Agenzia delle Entrate nella sezione “L’Agenzia informa”.
link: http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/file/Nsilib/Nsi/Agenzia/Agenzia+comunica/Prodotti+editoriali/Guide+Fiscali/Agenzia+informa/pdf+guide+agenzia+informa/Guida_Agevolazioni_persone_con_disabilit%C3%A0.pdf.

In tema di barriere architettoniche, un’altra notizia ha attirato la nostra attenzione. Il governatore Arno Kompatscher, l’assessore alla sanità e alle politiche sociali Martha Stocker e la direttrice dell’ufficio persone con disabilità Luciana Fiocca, hanno presentato l’iniziativa ‘Tappeto senza barriere‘ che rientra nella campagna di sensibilizzazione, avviata nel 2015, contro le barriere architettoniche. Non sono solo le persone con disabilità a dover fare i conti con le barriere architettoniche, ma anche gli anziani e le madri con i passeggini. Il ‘Tappeto senza barriere’ è stato creato in 50 esemplari che saranno introdotti nei palazzi provinciali, nei Municipi dei principali Comuni, nelle sedi dei distretti delle Comunità Comprensoriali, nelle sedi degli ordini degli Architetti/Geometri/Ingegneri e nei due “Istituti tecnici per le Costruzioni” di Bolzano. Hanno un diametro di un metro e mezzo corrispondente alla superficie necessaria al movimento di rotazione di una persona su sedia a rotelle. Lo spazio di rotazione è necessario ad esempio sulle rampe lunghe, per garantire una sosta di ristoro dopo uno sforzo ; negli spazi adiacenti (davanti e dietro) la porta di ingresso di un edificio, per poter oltrepassare la soglia anche con un passeggino; davanti alle porte degli ascensori e nei corridoi, per consentire un cambio di direzione; davanti alle porte di ingresso degli appartamenti dei condomini, quale spazio necessario e sufficiente per muoversi con un bambino in braccio o con bagagli o con le borse della spesa. L’iniziativa vuole stimolare a riflettere sulla necessità di garantire spazi di manovra sia nei luoghi pubblici che di lavoro, che nelle abitazioni private.
Il messaggio che si vuole far arrivare è di pensare e progettare “senza barriere” già nella fase iniziale del progetto. Sarà così un investimento economico e non, come ad oggi spesso viene considerato, un costo (Fonte: Alto Adige del 11-04-2017). Questo è un esempio di cosa vuol dire ascoltare i bisogni delle persone e fare buona politica. La politica è buona cosa quando non si occupa della politica fine a sé stessa, ma quando si occupa delle persone e sa vedere le necessità che ognuno di noi ha nella quotidianità.

Rodolfo Ridolfi

CONDIVIDI
Articolo precedenteBeerEataly, II edizione
Articolo successivoGiocare con Giò Ponti
La comunicazione si conferma essere una funzione fondamentale nella vita di ogni essere umano e si può esprimere in diversi modi e forme di linguaggio. Un vettore di informazioni e comunicazioni è senza dubbio il web, con opportunità quali i blog o le pagine facebook in cui ognuno di noi può esporsi ed esporre all'esterno pensieri, opinioni o semplicemente commentare fatti avvenuti. Una RedAzione può aiutare a sviluppare o più semplicemente dare spazio a capacità e abilità di scrittura o fotografiche. Le modalità espressive varieranno in funzione dell'argomento, degli interessi o del destinatario dell'informazione, potranno essere: articoli, fumetti, vignette, critiche, interviste, video, foto e tutto quello che verrà in mente e che di volta in volta si riterrà più adatto. Il momento redazionale e di programmazione della redazione diventa uno dei modi con cui i ragazzi possono, oltre che ordinare e attribuire senso alle proprie esperienze, anche percepire attraverso relazioni sociali un possibile rapporto con gli altri, a sottolineare come l'individuo non dipenda solo dai propri sistemi di significato, ma anche dal suo rapporto con l'ambiente e con le persone con cui la sua vita si incrocia. L'idea è anche quella di far passare un messaggio chiaro all'esterno, la disabilità non parla solo di disabilità ma può aprirsi ed esprimersi su qualsiasi cosa faccia parte della vita: musica, sport e spettacolo sono solo alcuni degli argomenti che vorremmo trattare. Tutto questo avverrà in collaborazione con 4live, blog di informazione locale, gestito da Tommaso Di Lauro (giornalista iscritto all'albo).