Progetto Nemo fondazione opera don pippo

Sabato 10 giugno a partire dalle ore 16,30 nell’area verde della “Fondazione Opera don Pippo”, in occasione della “Festa Insieme”, ci sarà un’opportunità unica di divertimento, gioia e armonia per tutti i bambini. Saranno presenti, infatti, delle animatrici che truccheranno i più piccoli, mentre chi vorrà potrà partecipare a una combattutissima gara di aeroplanini di carta, costruiti in precedenza dai bambini stessi. Inoltre, verrà steso un tappeto su cui si giocherà con giochi di legno e ci sarà una maxi dama per accontentare i ragazzi più grandi. Ma come è risaputo, i bambini sono delle bombe di emozioni, quindi… Perché non metterle in gioco tutti insieme tramite giochi su di esse tra cui una tombola e una staffetta? Questi giochi in particolare arrivano dal progetto Nemo, un progetto di sensibilizzazione e promozione culturale sui temi della disabilità, che la Fondazione sta portando nelle scuole primarie e secondarie. Il progetto nasce per far crescere i più piccoli e aprirli alla realtà che li circonda, mettendoli in contatto con persone “diverse” ed “uguali” a loro, e le emozioni sono appunto la base comune provate da ogni essere umano. Per questo motivo per la Fondazione è molto importante aprirsi e relazionarsi con gli altri, e sopratutto con le persone del quartiere, per fare in modo che sia una crescita fruttuosa sia per chi vi vive o la frequenta e in generale per chi la circonda. Speriamo che tante famiglie coglieranno l’occasione speciale della festa per venirci a conoscere.

Sara Sartoni

CONDIVIDI
Articolo precedenteIl vicesindaco Sanzani: «Un intervento che si ripaga»
Articolo successivoYoox il colosso made in Emilia Romagna tra innovazioni e successo
La comunicazione si conferma essere una funzione fondamentale nella vita di ogni essere umano e si può esprimere in diversi modi e forme di linguaggio. Un vettore di informazioni e comunicazioni è senza dubbio il web, con opportunità quali i blog o le pagine facebook in cui ognuno di noi può esporsi ed esporre all'esterno pensieri, opinioni o semplicemente commentare fatti avvenuti. Una RedAzione può aiutare a sviluppare o più semplicemente dare spazio a capacità e abilità di scrittura o fotografiche. Le modalità espressive varieranno in funzione dell'argomento, degli interessi o del destinatario dell'informazione, potranno essere: articoli, fumetti, vignette, critiche, interviste, video, foto e tutto quello che verrà in mente e che di volta in volta si riterrà più adatto. Il momento redazionale e di programmazione della redazione diventa uno dei modi con cui i ragazzi possono, oltre che ordinare e attribuire senso alle proprie esperienze, anche percepire attraverso relazioni sociali un possibile rapporto con gli altri, a sottolineare come l'individuo non dipenda solo dai propri sistemi di significato, ma anche dal suo rapporto con l'ambiente e con le persone con cui la sua vita si incrocia. L'idea è anche quella di far passare un messaggio chiaro all'esterno, la disabilità non parla solo di disabilità ma può aprirsi ed esprimersi su qualsiasi cosa faccia parte della vita: musica, sport e spettacolo sono solo alcuni degli argomenti che vorremmo trattare. Tutto questo avverrà in collaborazione con 4live, blog di informazione locale, gestito da Tommaso Di Lauro (giornalista iscritto all'albo).