Apertura dell’Anno Accademico 2016-2017 dell’Istituto Musicale Masini e del Liceo Musicale Statale di Forlì.

Sabato 20 maggio, alle ore 16,00, alla Casa di riposo Zauli di Dovadola, via Fiume Montone, si terrà un concerto strumentale della Giovane Orchestra dell’Istituto Musicale Angelo Masini diretta da Fausto Fiorentini.
La prestigiosa scuola musicale forlivese, istituita nel 1926 in base alle disposizioni testamentarie del grande tenore Angelo Masini, non è nuova a iniziative simili. Già in passato si sono tenuti concerti presso case di riposo del forlivese grazie all’impegno del Rotary Club Forlì e del soprano Wilma Vernocchi, e altri sono in programma in questo periodo (sabato 27 un’iniziativa analoga è prevista alla Casa di riposo di Rocca San Casciano). In questo modo si porta la musica in luoghi dov’è importantissimo svolgere un’attività di animazione nei confronti degli ospiti, oltre che di elevazione dello standard di accoglienza, seppur già ottimo grazie all’attività quotidiana del personale dipendente. Inoltre si da l’opportunità a tanti giovani musicisti di fare esperienza esibendosi di fronte a un pubblico composto da ospiti delle case di riposo, dai loro familiari, dal personale delle strutture, oltre che da diversi cittadini, quindi molto diverso da quello che abitualmente assiste ai concerti. Un pubblico che per essere coinvolto ha bisogno di brani capaci di suscitare attenzione e partecipazione. In questo caso la decennale esperienza del maestro Fiorentini è fondamentale per la scelta dei pezzi. Non a caso a Dovadola verrà proposto un repertorio molto conosciuto, si potrebbe dire “popolare”, ma che nello stesso tempo ha fatto la storia della musica classica e di quella leggera. Ecco perché gli oltre 20 giovani musicisti eseguiranno brani di Nino Rota, Ennio Morricone, Johannes Brahms, Pietro Mascagni, Johann Strauss, Franz Lehàr.
L’appuntamento dovadolese, promosso dal Rotary Club Forlì in collaborazione con la direzione dell’Azienda Servizi alla Persona del Forlivese e il Comune di Dovadola, è aperto a tutti.

CONDIVIDI
Articolo precedente“ShowTime Reloaded”, la Compagnia dell'Anello torna sul palco con il varietà
Articolo successivoCollaborazione tra Giovani Imprenditori di Confindustria FC e Gruppo Giovani Cna
Ex sindaco di Dovadola, classe 1953, dal 1978 al 1985 dipendente del Comune di Dovadola. Come volontario in ambito culturale è stato dal 1979 al 1985 responsabile della programmazione del Cinema Saffi e dell'Arena Eliseo di Forlì e dal 1981 al 1985. Coordinatore del Centro Cinema e Fotografia del Comune di Forlì. Nel giugno 1985 eletto Consigliere comunale e nell'ottobre 1985 nominato Assessore comunale di Forlì con deleghe alla cultura e allo sport. Da quell'anno ha ricoperto per 24 anni consecutivi il ruolo di amministratore dello stesso Comune assolvendo per tre mandati le funzioni di Assessore e per due a quella di Presidente del Consiglio comunale. Dirigente e socio di associazioni culturali, sociali e sportive presenti in città e nel comprensorio. Promotore di iniziative a scopo benefico. E' impegnato a valorizzare il patrimonio culturale, storico e artistico di Forlì e della Romagna. A tale scopo dal 1995 ha organizzato una media di oltre 80 appuntamenti annuali, promuovendo anche interventi di recupero del patrimonio architettonico di alcuni edifici importanti o delle loro parti di pregio. Autore di saggi e volumi, collabora con settimanali, riviste locali e romagnole. Dirigente dal 1998 di Legacoop di Forlì-Cesena in qualità di Responsabile del Settore Servizi. Nel 1997 è stato insignito dell'onorificenza di Cavaliere Ufficiale al Merito della Repubblica Italiana.