camera commercio Forlì

Si è svolto mercoledì scorso alla Camera di Commercio della Romagna un incontro di presentazione dei servizi che il sistema camerale può offrire a scuole, istituzioni e imprese in tema di alternanza e orientamento al lavoro. L’incontro rappresenta una tappa del cammino condiviso di idee ed esperienze nato grazie al “Protocollo di collaborazione per la realizzazione da parte degli istituti secondari di secondo grado della provincia di Forlì-Cesena dei percorsi formativi di alternanza scuola lavoro previsti dalla Legge 107/2015” sottoscritto nell’aprile 2016 su iniziativa del Comune di Forlì per il comprensorio forlivese e nei prossimi giorni in fase si estensione anche per il cesenate. L’appuntamento si è svolto con la presenza e la partecipazione dei principali partner del protocollo, Fabrizio Moretti presidente della Camera della Romagna Forlì-Cesena e Rimini, Lubiano Montaguti vicesindaco del Comune di Forlì, Lorenzo Zammarchi assessore allo sviluppo economico e giovani del Comune di Cesena e Giuseppe Pedrielli dirigente dell’ufficio scolastico di Forlì-Cesena e Rimini. Grazie a questo accordo si sta costruendo con l’impegno dei Comuni, dell’Ufficio Scolastico Provinciale, degli  istituti scolastici, del mondo associativo e della CdC della Romagna – Forlì-Cesena e Rimini, una vera e propria Governance territoriale, in cui diffondere informazioni, riflettere sulle criticità, condividere opportunità e progetti in materia di alternanza scuola-lavoro e orientamento professionale.
Nel corso dell’incontro, funzionari della Camera di Commercio, Unioncamere e Infocamere hanno illustrato il patrimonio informativo e alcuni strumenti di lavoro messi a punto dal sistema camerale, a partire dal Registro Nazionale sull’Alternanza scuola-lavoro, che è formato da due sezioni. Una aperta e consultabile gratuitamente in cui saranno visibili le imprese e gli enti pubblici e privati disponibili a ospitare i percorsi di alternanza; per ciascuno di essi il registro riporta anche il numero massimo di studenti ammissibili e i periodi dell’anno in cui è possibile svolgere l’attività di alternanza; un’altra contenente elementi identificativi delle imprese disponibili per l’alternanza scuola lavoro, come informazioni relative all’attività svolta, al fatturato, al patrimonio netto, al sito internet. Un approfondimento è stato riservato al Sistema Informativo Excelsior, unico strumento statistico di rilevazione dei fabbisogni professionali richiesti sul mercato del lavoro e di offerta di strumenti per l’orientamento e la definizione dei piani dell’offerta formativa e allo Sportello Virtuale per l’Orientamento, una serie di guide e strumenti metodologici messi a disposizione per la scuola e gli studenti e per lì orientamento e l’autoimprenditorialità.