castrocaro ingresso terme

Se i nostri giovani non trovano opportunità professionali in paese, faremo sempre più fatica a coinvolgere le nuove generazioni nello sviluppo della comunità”. Con questa premessa il leader della lista Casa Civica, candidato alla guida del Comune di Castrocaro Terme e Terra del Sole, rivela come intende spendere parte dei soldi che il Comune ricaverà dall’avvenuta vendita della Terme: “Credo sia giusto pensare alla collettività e, siccome oggi manca il lavoro, è importante iniziare dall’occupazione giovanile. In particolare si potrebbero valorizzare i servizi riguardanti l’accoglienza e i centri storici: realtà che a Castrocaro e Terra del Sole rappresentano un grande potenziale inespresso da rilanciare insieme al turismo termale. Contiamo sulla collaborazione di tante associazioni di volontariato che svolgono già un ottimo lavoro ma, allo stesso tempo, dobbiamo provare a investire sui giovani, sfruttando il nostro patrimonio culturale per generare professionalità e valore d’impresa”.

Concentrandosi sui temi delle piccole aziende e del lavoro, il candidato Daniele Vallicelli è intenzionato a valutare un ampio ventaglio di esperienze: “Nell’ottica di salvaguardare l’occupazione locale non ci porremo limitazioni: idee innovative potrebbero riguardare il settore agricolo, le attività artigianali o commerciali esistenti, oppure l’apertura di nuovi negozi, sull’esempio del Comune Meldola che semplicemente ha stabilito un incentivo per chi apre un negozio in paese. Certo dalla vendita delle Terme non guadagneremo cifre stratosferiche, ma non escludo che simili progetti possano trovare il sostegno delle associazioni di categoria o di finanziatori terzi”.

Insomma, in attesa del Primo Maggio, Casa Civica sta studiando un programma di rilancio per consolidare il futuro della comunità: “Il mondo cambia rapidamente e con la vendita delle Terme potremmo mettere in campo iniziative mirate per affrontare queste sfide gratificando l’economia del paese e avvicinando i giovani alla nostra vocazione turistica”.