piscina comunale forlì

«Ci sono voluti circa sette mesi di battaglia, a volte aspra e dai toni accesi, condotta tra i banchi del consiglio comunale, nelle commissioni consiliari deputate e, forse anche nelle segrete stanze del potere, per rendere giustizia ai cittadini ed alla città. Oggi possiamo dire che “forse” la prima battaglia di questa “querelle” che tocca i diritti ed i sogni di tanti ragazzi della nostra città sia giunta al primo obiettivo. I ragazzi del GS Nuoto Forlì potranno avere per questo scampolo di stagione (l’accordo prevede, circa 60 ore, che gli spazi acqua verranno lasciati alla disponibilità degli atleti fino a fine maggio) il diritto ad allenarsi come tutti i loro coetanei della Rari Nantes Romagna, nella Piscina Comunale costruita con i loro soldi ed i soldi dei loro genitori. 

È stata vinta una battaglia, grazie e soprattutto al ruolo della commissione piscina, quella battaglia che sentendo le parole pronunciate più volte dall’assessore allo sport, non ci sarebbe mai stata dovuta essere “perché andava tutto bene così”. Nell’attesa che la giustizia faccia il suo corso, inizieremo ed inizierò una nuova battaglia, quella di restituire alla città ed ai cittadini forlivesi il diritto di utilizzare la piscina comunale».

Daniele Avolio consigliere gruppo misto del Comune di Forlì

CONDIVIDI
Articolo precedenteCos'è la danceability?
Articolo successivo''Slow Food Day'' a Civitella di Romagna
Lo Staff comprende tutti i membri di 4live. Attivo fin dalla nascita di 4live (01.07.2011) ha lo scopo di comunicare tutte le informazioni e novità relative al nostro progetto.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO