Domani sera allo stadio Morgagni il Forlì incontrerà il Fano in una sfida salvezza per la 31° giornata di LegaPro, girone B. Un match importante per il percorso dei biancorossi che inizierà alle ore 20,30. Sugli undici iniziali, complici ancora diverse assenze, non ci sono però questa volta indicazioni da parte del mister Massimo Gadda: “Sulla formazione iniziale non posso dire nulla. Abbiamo diverse assenze, soprattutto tra gli esterni: Adobati, Sereni, Franchetti, Tentoni. A disposizione abbiamo Baschirotto, il giovane Croci o Tonelli che potrebbe adattarsi al ruolo. Vedremo nelle prossime ore. Cammaroto sta bene ed è recuperato”. L’allenatore biancorosso comunque non fa drammi ed è focalizzato sulla sfida: “Domani bisogna giocare da squadra vera, chiunque scenda in campo. A centrocampo abbiamo delle buone soluzioni, dobbiamo solo adattarci alle assenze sugli esterni”.
Gadda ha poi parlato delle ultime due sconfitte subite dai Galletti: “Per me queste sono situazioni normali in un campionato. Stiamo vivendo un momento da Forlì. È tutto normale, così come quello che stanno facendo a Fano. Niente di strano. Mi dispiace per le assenze, però per il resto siamo a posto. Domani è una partita importante, ma non è decisiva. Quelle decisive arriveranno tra un po’. Io sono convinto che se questa squadra si salva senza i play out sarà all’ultima giornata, contro l’Ancona. È una sensazione su come sta andando il campionato. Poi nel calcio si viene smentiti. Non ci deve spaventare questo momento che sicuramente crea un po’ di preoccupazione”.
Gli avversari vengono da tre vittorie consecutive e stanno vivendo un periodo molto positivo: “Sicuramente il mercato gli ha dato una mano. Fioretti, Filippini, Germinale e Melandri sono acquisti importanti. Già a centrocampo erano forti, il mercato li ha migliorati in attacco. Anche il cambio di allenatore può aver inciso. Il Fano in questo momento è come una big, ed è la verità. Un mese fa non era così, ma ora sì”.