Franco Venturi

Il Centro Universitario di Bertinoro da venerdì 17 a domenica 19 marzo ospiterà un’importante manifestazione denominata Rypen (Rotary Youth Program of Enrichment), promosso dal Distretto Rotary 2072 sul tema “La bellezza salverà il mondo. Il mondo salverà la bellezza?”. Si tratta di un evento dedicato a giovani fra i 14 e i 18 anni provenienti dai territori di appartenenza dei Clubs del Distretto (area Emilia Romagna), con il quale l’associazione intende offrire loro un’occasione di sensibilizzazione e di motivazione su alcuni valori umani propri dello stesso Rotary.
La nostra organizzazione – spiega Franco Venturi, governatore del Distretto 2072 – sta puntando con forza sui giovani, con alcune significative modifiche ai programmi associativi al fine di favorire l’ingresso e la permanenza dei ragazzi nei vari livelli associativi: Interact, riservato alla fascia 14-18 anni, Rotaract (18-30 anni) e Rotary Clubs. Oggi sono state predisposte agevolazioni per i giovani e anche la possibilità di ingressi nei Clubs prima dei canonici 30 anni. E’ chiaro che per motivare i giovani all’impegno civico e sociale, serve un’adeguata preparazione: Rypen è l’occasione giusta per mettersi in dialogo con loro su temi quali il servizio all’umanità e alla comunità locale, il significato della vita, il concetto di bellezza, intesa non tanto come forma estetica, ma come dimensione dell’esperienza umana”.
Durante la tre giorni bertinorese saranno circa 40 i giovani presenti e per loro è stato preparato un programma che prevede momenti formativi a fianco di spazi riservati allo spettacolo, a laboratori, alla riflessione e alla convivialità, intesa come occasione per le relazioni fra i partecipanti. Saranno presenti al Rypen il sindaco di Bertinoro Gabriele Antonio Fratto, lo stesso Governatore Franco Venturi, Italo Minguzzi, Past Governor del Distretto Rotary 2070 e Emilia Guarnieri, Presidente della Fondazione Meeting per l’amicizia tra i popoli. E’ prevista, inoltre, una visita al Museo Interreligioso di Bertinoro, guidata dal direttore Enrico Bertoni.
La possibilità di visitare il Museo – conclude Venturi – è certamente un’opportunità educativa per i nostri ragazzi, in quanto, partendo dalle relazioni fra religioni, potranno affrontare il tema dell’integrazione fra popoli, che è certamente una delle questioni più scottanti che la nostra società deve mettere a fuoco per il proprio futuro”.

CONDIVIDI
Articolo precedenteVernice Art Fair, XV edizione
Articolo successivoA caccia di petrolio romagnolo
Lo Staff comprende tutti i membri di 4live. Attivo fin dalla nascita di 4live (01.07.2011) ha lo scopo di comunicare tutte le informazioni e novità relative al nostro progetto.