Pini replica a Di Maio: «E lui dà consigli? Pd complice della chiusura del Ridolfi»

0

Leggermente fuori luogo e fuori tempo massimo” così il deputato romagnolo della Lega Nord Gianluca Pini, definisce l’intervento del collega Marco Di Maio sul futuro dello scalo aeroportuale forlivese ricordando che “a suo tempo, quando ancora si poteva fare qualcosa ed evitare il peggio, noi fummo gli unici che si attivarono coinvolgendo l’appetito e l’interesse di Save per il rilancio e la gestione del Ridolfi. Peccato che a qualcuno, e cioè a quegli stessi che oggi – allo scadere del novantesimo – ne prendono le difese, l’interesse della cordata veneta desse in qualche modo fastidio poiché in grado di minare sul comprensorio regionale, il monopolio bolognese del traffico aereo”.

Stento quindi a credere che il partito democratico, complice della chiusura del Ridolfi e di aver fatto scappare chi per tempo se ne era interessato, si sia improvvisamente riscoperto paladino dello scalo e della sua tempestiva riapertura. Se così fosse, ci aspetteremmo altrettanto interesse e apertura al dialogo da parte dei soci di maggioranza del Marconi, che invece tacciono”.

A questo stadio – conclude il parlamentare del Carroccio – ci siamo arrivati perché il Pd, in concorso con altre forze del territorio, ha preferito anteporre, tutelandoli, gli interessi economici di chi governa Bologna, lasciando morire quelli di Forlì”.