mensa scolastica

Lunedì 20 febbraio nella scuola primaria di Castrocaro Terme e Terra del Sole si darà il via ad una “svolta green”, basta con l’uso di stoviglie in plastica si passa ad eco-stoviglie biodegradabili in mater-bi. Questa scelta, grazie al sostegno e alla sensibilità della ditta di ristorazione Gemos non comporterà nessun aumento in termini di costi né per l’Amministrazione né per gli utenti del servizio. Sono certa che questa svolta ecologica conferirà un importante valore aggiunto al servizio di mensa scolastica: la qualità del servizio di refezione scolastica infatti si misura dalla qualità del cibo, ma anche dalle modalità con cui questo viene servito ogni giorno a bambini e ragazzi.
Una scuola ecologicamente responsabile nei propri comportamenti non può che formare alunni consapevoli e rispettosi nei confronti dell’ambiente. Scegliere materiali biodegradabili in ambito alimentare, su numeri importanti come quelli di una mensa scolastica, darà già nell’immediato buoni risultati, ma soprattutto l’opportunità di guardare al futuro con un occhio più consapevole per il nostro ambiente ed è quindi una scelta che non si può rimandare oltre.
A sostegno dell’iniziativa si è espresso anche il deputato forlivese Bruno Molea, vice capogruppo alla Camera di Civici e Innovatori, al lavoro proprio su una proposta di legge che obblighi al passaggio dalle stoviglie in plastica a quelle compostabili: «Lodevole per innovazione e sensibilità l’iniziativa del Comune di Castrocaro Terme e Terra del Sole e lo slancio del suo assessorato alla scuola. La scelta dei materiali biodegradabili in ambito alimentare significherà non solo ambiente più pulito da subito, ma anche sostegno alla chimica verde a cui deve tendere la nostra economia, e soprattutto promozione del concetto di salute di comunità. Per questo, partire proprio dai bambini e dalle scuole è doppiamente giusto: perché li si sensibilizza al rispetto dell’ambiente e degli altri, e li si abitua alla vita sana e al futuro, quando spero la plastica sarà solo un ricordo».
Auspico che questa scelta di ecostoviglie-biodegradabili che in poche settimane si degradano senza danneggiare l’ambiente e le persone, possa essere solo un piccolo passo per diventare tutti più consapevoli nel rispetto della natura e dell’ambiente cercando di lasciare un mondo sempre più pulito alle generazioni future.