Fatti e Misfatti di Forlì e della Romagna

Lunedì 23 gennaio, alle ore 17,00, nella Biblioteca Comunale “Aurelio Saffi”, in corso della Repubblica 78 a Forlì, verrà presentato il libro: “Fatti e misfatti a Forlì e in Romagna” di Marco Viroli e Gabriele Zelli, edito dalla Casa editrice “Il Ponte Vecchio” di Cesena. Nel corso dell’incontro gli autori racconteranno alcune vicende tratte dal libro: la storia della Cupola del Cignani, la “piccola Cappella Sistina” di Forlì; accadde il 4 febbraio, dal miracolo della Madonna del Fuoco all’arrivo di Napoleone Bonaparte in città; la voglia di rinascita dopo il Secondo conflitto mondiale; gli albori del ciclismo in Romagna.
Ingresso libero. Per informazioni 0543 712 608 – 0543 712 628.
“Fatti e misfatti a Forlì e i Romagna” è un piccolo libro, senza tante pretese, nato dalla raccolta di molti articoli da noi pubblicati, separatamente o a doppia firma, su «Diogene», «Il Momento» e altre testate locali, come pure su Facebook o alcuni siti internet online tra cui 4Live e RomagnaPost. Altri articoli sono invece originali e sono stati scritti nel momento in cui si andava delineando la struttura del libro. I capitoli sono in tutto cinquantacinque e trattano argomenti tra i più disparati: dal soggiorno di Dante all’arrivo della ferrovia, dalla missione di Machiavelli alla corte di Caterina Sforza alla passione dei romagnoli per il ballo, dalla storia di San Pellegrino alla ricetta per preparare il “savor”, da Girolamo Mercuriali, antesignano del fitness, ai pionieri del “liscio” romagnolo…
Per dare un senso al volume, in fase di editing abbiamo cercato di riportare i fatti trattati in ordine cronologico, non di pubblicazione ma di argomento, in modo tale da creare un flusso temporale più o meno continuo in cui la storia di Forlì e della Romagna si snodano dall’Alto Medioevo fino ai giorni nostri. Anche se ogni capitolo si può leggere a sé stante, il lettore si renderà conto di come molti temi e molti personaggi si intersechino tra di loro: vere e proprie tessere di un mosaico che attende di essere completato per formare il disegno completo.
“Quando, una volta pubblicato, abbiamo avuto tra le mani “Fatti e misfatti”, la sorpresa è stata grande anche per noi che abbiamo scritto questo libro fatto di storia, ma soprattutto di storie. Un libro che non resterà un episodio isolato e fine a sé stesso, ma avrà certamente un seguito, perché di storie da raccontare sulla nostra città e sulla Romagna ne abbiamo ancora tante, augurandoci che voi lettori abbiate la compiacenza di continuare a leggerci”!