Al Porto Ristorante di Cervia

0

Al Porto
Indirizzo: via Lungomare D’Annunzio, 2 48015 Cervia (RA)
Recapiti tel. 0544 – 971823.

Giorno di chiusura: chiuso in estate dal lunedì a giovedì a pranzo (aperto cena); chiuso il martedì in inverno.
Orario di esercizio: pranzo/cena.
Chiusura per ferie: parte di ottobre e parte novembre.
Si può prenotare e accetta tutte le Carte di Credito.

Come arrivare/itinerario consigliato: Lo trovi sul lungomare di Cervia, sulla curva in faccia al Circolo Velico.

Locale climatizzato con sale all’aperto. Parcheggio: antistante.

Questo locale l’avevo già notato un anno fa grazie ad un mio segnalatore. Serve fare il punto sul pesce: siamo sull’alto Adriatico, il pesce “sa anche di sabbia” ma se vai a Mestre sarà ancora più “sabbioso”, il terreno ideale dove amo confrontarmi va da San Benedetto del Tronto in giù, lì la musica cambia.

Mario Buia, titolare de “Al Porto”, apre 4 anni fa come wine-bar e cruderia di pesce (il suo cavallo di battaglia); il locale piace e nel 2013 viene trasformato in ristorante, una location di media dimensione con una sala riportata in esterno.
La clientela diverrà in beve tempo molto fidelizzata al punto che Mario chiama per nome tutti i presenti al mio pranzo recensivo, una sorta di “amicizia” col cliente, fattore basilare per i coraggiosi menù di cruditè proposti.

Mario, sommelier professionista AIS dal 2009, studi su Scuola Alberghiera, assieme alla moglie, suo braccio destro, e al fratello Andrea, più piccolo ed ottimo chef professionista che ho conosciuto e al collaboratore Santi un romagnolo doc (la famiglia Buia è salentina) conducono il locale; il Mario vanta ben 18 anni di vita ed un grande curriculum su ristoranti: insomma la scuola c’è. E’ la passione ed il cuore a muovere Mario. La ricerca maniacale della materia prima parte, ovviamente, dai mercati locali di pesce come Cesenatico e Rimini, ma è da Gallipoli che arriveranno, con piccolo camion frigo espresso, le rarità, come mazzancolle e gamberoni, già vista su altri locali “mostri-sacri del pesce”; il menù, sempre fatto al momento, sarà legato alla reperibilità del pesce e non potrà mai essere “fisso” (non effettua il Pranzo Lavoro). Inoltre il pesce dovrà “sapere di pesce” e non di spezie, sughi, intingoli o pan grattato e, come noto, in Riviera si eccede in copertura in taluni locali (chissà perché!).
Lavorare sul pesce-crudo l’ho già detto, non è da tutti, serve una “patente”, se sbagli son dolori di pancia per il cliente: qui stai tranquillo, il pesce è doc, inoltre viene tutto abbattuto a –28 per 48 ore. Mario ha classe, charme e coraggio da vendere e si getta a capofitto sul “crudo”, per questo mi è piaciuto tanto: non è da tutti. I suoi “competitori”, chiamiamoli così, sono quelli sulla riviera e la stragrande maggioranza propone pesce alla “romagnola”, oddio non me ne vogliate, ma spesso ironizzo ad es sulla griglia di pesce dando del “Pangrattato al Pesce arrosto” per fare intendere la quantità abnorme di pane grattato posto sul povero pesce… se poi questa mèlange è ricca di odori, significa che probabilmente dovrà “coprire” il servito.

In base al tipo di pesce scelto dal cliente (importante: abbiamo una mostra col pesce esposto al pubblico!), Mario stesso potrà consigliarti la tipologia di cottura e abbinamento vini. Il dèsio del mio test parte con un misto crudo con Scampi, Gamberi viola di Gallipoli, Mazzancolle nostrane (massimo dei voti e lode), Tonno, Baccalà, Ostriche vert, Tartufi, Fasolari, Canestrello nero, mousse al formaggio di capra. Mi porta anche un riccio (la femmina è quella che si mangia) delicatissima (lode). Presenza di rare Cozze Pelose, mitili stupendi, con una storia, quella del Mar Piccolo a Taranto! Il piatto, il “primo”, è un eccezionale Tortello di Burrata pugliese con gamberoni a mò di coperta, su letto di zucca ristretta e sughetto-sodo di melograno: delicatezza (voto 10 e lode); il pesce arrosto è come si deve, pochissimo pan grattato, un mix dell’Adriatico e Puglia (massimo dei voti).

Sul menù, ricordo, troviamo anche zuppe di pesci molluschi e crostacei; Aragosta alla catalana o altra esecuzione; molti dolci golosi ma ricordo la Panna Cotta al Sauteres con cialde di parmigiano 36 mesi ed un raro bicchiere di vino francese Sauternes (massimo voti e lode). Buon pesce a tutti.

Dimensione del locale: una monosala riportata in esterno. Ca. 50 coperti ben disposti.
Arredamento e tavola: fine, tovaglia e sotto-tovaglia.
Servizi igienici: piccolo ma si tenga conto del poco spazio a disposizione.

La Cucina e l’area operativa: media dimensione.
Eventuali note sulla cucina: pesce secondo disponibilità. 

Target del locale $$$: da medio a medio-alto, secondo portate e bere.

Descrizione Menù:
– Antipasti: per il crudo diamo il massimo dei voti e lode; Acciughe Cantarbico come moda richiede; Caviale Baikal; Mazzancolle nostrane la sale di Cervia; Aragosta; Pescato del giorno; ecc. (massimo dei voti e lode).

– Primi piatti: Spaghetti integrali con Mazzancolle, Lime e basilco; Ravioli alla burrata (come descittti); Saghetti alla Poverazze (vongole locali); Paccheri alla aragosta. (massimo dei voti).

– Secondi piatti: Zuppe di pesce; il pesce servito su vellutata di zucca e ristretto di melograno; pesce del giorno; Crostacei alla griglia, alla Catalana; Aragosta. (massimo dei voti).

– Contorni: di stagione.

– dolci: Panna cotta come descritta; Cannolo alla sicula; Semifreddi; Gelato. (ottimi)

– La Cantina/Carta dei Vini. Ottima enoteca; abbiamo 50 etichette di Champagne!
– E la carta, dell’Acqua! Buona acqua in bottiglia da 0,75.
– Olio, sale, pepe: ottimo olio.

– Note sul menù/Piatti consigliati: Cruditè.

Miniere gastronomiche: Pesce crudo!

Verdetto finale
Location (esterno): 9; Ambiente (Locale): 9; Servizio: 9; Menù: da 9 a 10 e lode. Conto: 9.

PL = Non effettua il Pranzo lavoro.

“Sulla Porta”: il locale vanta queste “Placche”, queste Guide:
– 4live.it
– “Via Emilia Ristoranti e contorni” www.viaemiliaristoranti.it
– TripAdvisor
– Ristoranti d’Italia
– Delicatessen
– Ospitalità Italiana
– L’Espresso guida 2017.

Puoi anche provare questi altri Ristoranti: (vedi recensioni/segnalazioni, se presenti):
– Trattoria dei Pescatori – Cervia, sul canale (recensito)
– Ristorante Al Pirata – Cervia (recensito)
– Al Caminetto – Milano Marittima (recensito).

– In definitiva: ottimo per pesce; indispensabile per il Crudo.