A Dovadola è in atto uno straordinario impegno dei volontari per l’organizzazione delle serate gastronomiche legate alla manifestazione de “Zoc ‘d Nadel” 2016/17. Considerato il successo degli ultimi anni è stato aumentato lo spazio coperto all’interno dell’area adibita alla manifestazione in Piazza Berlinguer, lo stesso luogo dove si svolge la Sagra del Tarufo. L’iniziativa, che è partita il 24 dicembre e proseguirà fino all’Epifania, vede le associazioni dovadolesi come protagoniste per preparare i menù, tutte le sere diversi e prezzi modici, con il seguente calendario: venerdì 30 dicembre crostini, polenta con cinghiale, braciole e salsiccia; lunedì 2 gennaio penne alla “Teddy” e trippa; martedì 3 polenta con stufato, salsiccia e pancetta ai ferri; giovedì 4 pasta e ceci, polpette in umido con cipolla; venerdì 5 cappelletti, tortelli, salsiccia e pancetta ai ferri. In occasione della chiusura, prevista per sabato 6 gennaio, la Protezione Civile proporrà nel pomeriggio piadina fritta e alla sera per cena tortelli al ragù, stinco di maiale al forno e patate fritte. Le altre associazioni impegnate sono: la Pro Loco, l’Historic Valmontone, il Real Dovadola e le associazioni dei Genitori, dei Cacciatori e dei Ciclisti.
Come si può constatare ce n’è per tutti i gusti, – dichiara il sindaco di Gabriele Zelli – d’altronde l’accoglienza e l’ospitalità dei dovadolesi è proverbiale. Per cui rivolgo un invito a tutti quelli che durante le feste vogliano condividere un momento di serenità in un luogo accogliente come quello del nostro piccolo paese: venite al fuoco di Natale di Dovadola, non ve ne pentirete“.