Domani alle 14,30 i Galletti affronteranno la 21° giornata di Lega Pro, ovvero l’ultima partita dell’anno; si scontreranno contro il Pordenone, seconda squadra in classifica, presso lo stadio “Ottavio Bottecchia”. L’influenza ha colpito Conson, che domani non sarà presente alla partita a causa della febbre; il resto della squadra è in forma. Mister Massimo Gadda si è già fatto qualche idea sulla disposizione in campo: “La difesa sarà a 4 con Cammaroto e Vesi centrali. A centrocampo devo decidere uno tra Tentoni e Spinosa. Capellini e Alimi saranno titolari e Ponsat rientra davanti con Bardelloni”.
Domani sarà l’ultima partita dell’anno, quindi il mister fa un bilancio di questo girone di andata: “Il bilancio è positivo, i punti non saranno tanti però per come eravamo partiti hanno un valore alto dal mio punto di vista. Siamo riusciti a mettere la ciliegina sulla torta nell’ultima partita contro il Venezia, adesso siamo alla pari di altre squadre a lottare. Per l’inizio che abbiamo avuto, in cui in 12 partite avevamo fatto 4 punti, siamo riusciti a raggiungere l’obiettivo che ci eravamo prefissati, ovvero quello di ritrovarci dopo la sosta di gennaio nel girone insieme alle altre squadre a giocarci la salvezza”.
L’allenatore esprime la sua opinione riguardo al mercato di gennaio: “Il mercato probabilmente può fare la differenza, tuttavia bisogna stare attenti che molte volte non la fa in positivo, alcune squadre combinano dei veri e propri danni! Sono sicuro che solo squadre con un potenziale molto superiore al nostro interverranno nel mercato. Noi cerchiamo un attaccante o un difensore per completare la rosa. Però non abbiamo né tante risorse né tutta questa necessità, quindi se capita l’occasione bene, altrimenti continuiamo sulla nostra strada”. Una sosta così lunga è anomala per Gadda; la squadra non si allenerà dal 31 al 9 gennaio e la società sta progettando qualche partita amichevole dal 9 gennaio al 22. Poi le considerazioni di Gadda sulla partita di domani: “Domani mi aspetto una squadra in gamba, credo che insieme al Venezia e alla Reggiana siano le tre squadre più forti di questo campionato. Ho detto ai ragazzi che se vogliamo fare risultato dobbiamo andare oltre i nostri limiti e fare una partita perfetta, come è poi successo con le due squadre sopracitate. La squadra sta bene e sono convinto che giocherà bene anche domani”.