nonno_vigile

Si è tenuta oggi al comando centrale del Corpo di P.M. dell’Unione dei Comuni la consegna del materiale necessario allo svolgimento dell’attività di “nonno vigile“. Erano presenti oltre al vicecomandante vicario Stefania Lanzoni, il sindaco di Civitella di Romagna Claudio Milandri, il consigliere comunale di Rocca San Casciano Patrizia Ronconi, i nonni vigile di Dovadola, Rocca San Casciano e Cusercoli. Da ottobre 2016 sono stati attivati altri due servizi di attraversamento nei pressi dei plessi scolastici dei Comuni di Dovadola e di Rocca San Casciano per i quali si è reso appunto necessario consegnare giubbotti ad alta visibilità e “palette” con dischi rossi su entrambi i lati ai volontari.
Dette attivazioni vanno ad integrare quelle operanti già da tempo sul territorio dei Comuni facenti parte dell’UCRF (Unione di Comuni della Romagna Forlivese) i cui i progetti, in gran parte, sono seguiti direttamente dalla polizia locale. L’azione dei “nonni vigile” è di rilievo se si considera che su 35 plessi scolastici sull’intero territorio dell’UCRF da coprire quotidianamente con due/tre servizi (mattino e pomeriggio), 20 sono quelli coperti dai “nonni vigili”. I soggetti aderenti al progetto sono stati selezionati a seguito di apposita domanda e dislocati secondo le necessità del territorio dopo avere effettuato un corso di formazione ed un affiancamento operato da agenti. Per tale attività è riconosciuto, secondo legge, un piccolo contributo di euro 2,50 a servizio. Oltre ai 12 volontari operanti su Forlì sono attivi 5 volontari sul restante territorio seguiti direttamente dalla PM e più precisamente:
• attraversamento scolastico a Predappio Stefania Fontana.
• attraversamento scolastico a Meldola Pietro Bendi.
• attraversamento scolastico a Cusercoli Vladimiro Bertaccini.
• attraversamento scolastico a Dovadola Giovanni Grilli.
• attraversamento scolastico a Rocca San Casciano Vincenzo Campagnolo.