Cooperativa Paolo Babini

Domenica 2 ottobre ci sarà l’inaugurazione della “Casa d’Accoglienza don Amedeo Pasini”. Questa nuova realtà nasce dal desiderio della Cooperativa sociale Paolo Babini di continuare a progettare forme familiari di accoglienza e cura, in questo caso rivolte alle persone anziane. La struttura è ricavata in un casolare romagnolo con corte e terra agricola, che riporta la memoria alla cultura contadina ancorata ai i valori dell’umiltà, della fiducia e del rispetto. All’interno della Casa vivono una famiglia accogliente e un volontario residenziale che costituiscono i riferimenti affettivi e relazionali delle persone accolte: la Casa si caratterizza quindi per la contemporanea coesistenza dei caratteri della famiglia e di quelli della comunità.

La Casa residenziale sarà in stretto collegamento con la Casa d’Accoglienza San Paolo con la quale avvierà nuovi progetti per le persone anziani e i loro familiari.
La Casa è intitolata a don Amedeo Pasini, figura cardine del passato della cooperativa e testimone di una vita dedicata con amore ed entusiasmo agli ultimi: dedicare a lui questa realtà è un modo per avere sempre vivo il suo ricordo e il suo insegnamento di accoglienza.

Dopo la messa celebrata alle ore 9,30 nella Parrocchia di San Paolo in via Pistocchi 19 a Forlì, la giornata proseguirà nello spazio antistante la casa colonica in via Cerchia 215, ingresso da via Decio Raggi): alle ore 11,00 interventi delle autorità; alle ore 11,30 taglio del nastro e benedizione dei locali; a seguire aperitivo per tutti gli invitati con animazione di Piergiuseppe Bertaccini.