Investimento sui binari a Forlì, ritardi di oltre 2 ore

0

La circolazione ferroviaria tra Faenza e Forlì è stata prima interrotta e poi molto rallentata sulla linea Bologna/Ancona dalle ore 8,00 circa per accertamenti ordinati dall’autorità giudiziaria a seguito dell’investimento di una persona avvenuta all’altezza di via Gorizia. Secondo le prime ricostruzioni effettuate dalla polizia ferroviaria, l’investimento sarebbe avvenuto verso le 6,00 di questa mattina, ma i resti del corpo sono stati notati solo intorno alle 7,45. A quel punto è stato necessario provvedere alla chiusura della ferrovia in entrambi i binari in quanto il passaggio di diversi treni avrebbero fatto scempio del corpo, coinvolgendo così tutta la sede della massicciata. L’assenza dei documenti e lo stato del corpo non ha al momento reso possibile l’identificazione della vittima. Ovviamente sono aperte tutte le ipotesi, sia quella dell’incidente, sia l’ipotesi del suicidio. Proprio questa mattina la linea aveva riaperto in modo regolare al traffico ferroviario dopo che sabato e domenica c’è stata l’interruzione tra Castel San Pietro Terme e Bologna per interventi programmati sulla linea. Alle stazioni fino a Rimini si segnalano ritardi di oltre due ore.

Aggiornamento. La vittima è un forlivese di 40 anni e secondo le prime informazioni che trapelano non aveva alcun motivo specifico per trovarsi sui binari alle 6 di mattina così lontano dalla stazione ferroviaria. Per questo l’ipotesi che prende corpo, da parte degli agenti della Polizia Ferroviaria che stanno effettuando le indagini, è che possa essere stato un suicidio.