bancarella stand

Ecco la classifica Top ten degli stand gastronomici della Festa Artusiana. Si tratta di una difficile scaletta dei migliori piatti assaggiati. Sia chiaro dei 62 ristoranti presenti non tutti sono stati visitati, ma gran parte di essi li abbiamo testati. Io e il mio staff di segnalatori abbiamo cercato di premiare la cucina genuina, quella “della nonna” e possibilmente quella artusiana. A seguito delle serate dedicate a degustazioni proclamiamo la seguente classifica Top Ten della 20° Festa Artusiana di Forlimpopoli:
1) Vizi e Sfizi delle Mariette: “Cappelletti con cedro, 3 formaggi/3 carni, al brodo tiepido” (By Artusi).
2) Ristorante Casa Artusi: “Tortello alla Genovese”, # 99 Artusi
3) Casa delle Aie: “Cappelletto di ricotta al formaggio di Fossa”
4) Osteria Ghigo: “Peposo Toscano (del Brunelleschi)”
5) L’Articiok (ex Osteria della Caveja): Overture: “Cremoso di Rosolecee”;Piatto: “Cannelloni salsiccia matta, ricotta, salsa zafferano in purezza, radicchio rosso ridotto al bitter Campari”
6) Ristorante la Buga: “Tagliatelle con scalogno, mandorle e guanciale di Mora romagnola
7) Osteria i Tre Faggi: “Tagliatelle all’uso di romagna” # 71 Artusi
8) Agriturist Gufo & Civetta: “Trippa al sugo” # 331 Artusi
9) Ristorante Macrobiotico: “Risotto ai frutti di mare”
10) Ristorante la Grotta: ” Strozzapreti al ragù, salsiccia e piselli”.

Menzioni Speciali:
– Ghigo: “Arrosto Morto di Agnello” # 527 Artusi
– Comune Verghereto: “Tortello alla Lastra”
– Polpetteria Bertozzi: “Polpetta # 314 Artusi”
– Cà dè Bè: “Strozzapreti ricotta e melanzane
– Stand Villeneuve-Loubet: “Pesca Melba” # Auguste Escoffier
– Bel Posto: “Tortello alla Lastra” (già premiato Expo)
– Pantofla: “Cozza di Cervia dop in brodetto”
– Bottega Felix Mi-Ma: Cartoccio passeggio al pesce fritto
– E Goz: per coreografia, impalcatura mobile su ruote/impianto hi-fi.

CONDIVIDI
Articolo precedenteAll'AperiComics incontro con l'autore Guglielmo Signora
Articolo successivoDue boati ed è subito allarme
Sono un 65enne con 43 anni di attività professionale sulle spalle. Per divertimento mi avvicinai alla cucina, poi un magnete mi attirò verso la passione sui Ristoranti. Il caso volle che divenni un segnalatore per la guida di Veronelli, "I Ristoranti di Veronelli". La mia vita professionale mi ha portato a girare Italia e Francia. Sono un curioso che ha sete di notizie. Riservato ed anonimo, sempre!