La grande vergogna

0
Letture: 1440

Nel 1999 la società DA.MA Srl su incarico del Ministero dell’Interno iniziò la costruzione della nuova Questura di Rimini. I lavori sarebbero dovuti terminare nel 2008. Il costo per la realizzazione di questo immobile di 23mila metri quadrati fu di circa 30 milioni di euro. Da quasi 10 anni però, un contenzioso tra la società ed il Ministero dell’Interno ha di fatto arrestato la fine dei lavori. Nel 2014 poi è avvenuto lo scioglimento e la liquidazione della suddetta società. Le operazioni di liquidazione sono state affidate al liquidatore unico Guerrino Mosconi. Nel frattempo sono state numerose le soluzione proposte ma ad oggi, le condizioni di abbandono e di degrado in cui versa l’immobile continuano ad essere imbarazzanti. Vandalismi, furti di rame, termosifoni e condizionatori d’aria associati ad un perenne allagamento degli scantinati aggravano ulteriormente una situazione che di per se, è già abbastanza vergognosa.