Il sindaco di Bertinoro: “Per la Festa dell’Ospitalità apriamo le nostre case ai forestieri”

0

Riceviamo e volentieri pubblichiamo l’invito del sindaco di Bertinoro Gabriele Fratto a tutte le famiglie della cittadina romagnola.

«Carissime, celebrare i valori dell’ospitalità e dell’accoglienza è oggi quanto mai necessario e attuale. Per Bertinoro, l’Ospitalità è l’elemento fondante in cui la nostra comunità si riconosce attraverso il simbolo che la celebra: la Colonna delle Anella.
Ricorre quest’anno la 90° edizione della Festa dell’Ospitalità, in programma dal 30 agosto al 4 settembre: momento culminante di queste giornate è il Rito dell’Ospitalità che si svolge la mattina di domenica 4 settembre letteralmente attorno alla Colonna.
Il Rito dell’Ospitalità, che ha le sue radici nella tradizione cavalleresca delle casate bertinoresi, si ripropone oggi attraverso le buste legate agli anelli incastonati alla Colonna, all’interno delle quali ci sono i nomi delle famiglie, dei ristoratori, delle associazioni di Bertinoro che in questa giornata di festa aprono la propria casa all’ospite per il pranzo della domenica. La Festa dell’Ospitalità vive qui il suo momento più alto e significativo: le famiglie aprono la loro casa e il tradizionale pranzo romagnolo del giorno di festa rinnova la sua capacità di far incontrare le persone creando la possibilità di dialogare, essere accolti, fare amicizia grazie ad una buona minestra e all’ottimo vino di Bertinoro.
Come sindaco di Bertinoro, “Città dell’ospitalità”, chiedo a voi famiglie di sostenere e rendere
vivo anche quest’anno il Rito, aprendo la vostra casa ai “forestieri”. Comunicateci la vostra disponibilità allo 0543-469291 e vi appoggeremo direttamente. Se siete tra i più tecnologici poi, potrete fotografare i vostri ospiti pubblicando con l’hashtag #bertinoro #ospitalità2016 su Instagram e Facebook: le immagini più belle, le pubblicheremo sul nostro sito www.comune.bertinoro.fc.it. La nostra accoglienza, la nostra ospitalità: un gesto unico che sorprende l’ospite… ma soprattutto noi! Grazie di cuore».

Il sindaco Gabriele Antonio Fratto