Firmato dal Comune di Forlimpopoli e Cgil, Cisl e Uil importante accordo sugli appalti

0

Mercoledì nella Residenza Comunale di Forlimpopoli, il sindaco Mauro Grandini e Paride Amanti, Vanis Treossi e Luigi Foschi in rappresentanza delle organizzazioni sindacali, hanno sottoscritto dopo il Comune di Forlì il protocollo che regolamenta le gare di appalto. Si tratta di un accordo innovativo che sta facendo da traino in altre realtà. Fra le novità c’è l’inserimento per la aggiudicazione il passaggio dall’utilizzo del massimo ribasso a quello dell’offerta più vantaggiosa, con la verifica della adeguatezza del valore economico dell’offerta rispetto al costo del lavoro e a quello per la sicurezza dei lavoratori, evitando che le aziende con il maggiore know how siano penalizzate.

Nell’accordo è presente la clausola sociale che prevede l’inserimento prioritario da parte della ditta aggiudicataria dei lavoratori impiegati dall’appaltatore uscente, salvaguardando sia l’occupazione che le condizioni contrattuali, senza alcuna variazione del trattamento economico e normativo acquisito precedentemente e senza i peggioramenti del job’s act.
La ditta dovrà inoltre applicare il contratto del lavoro di settore e confrontarsi preventivamente con i sindacati. Sono inoltre state stabilite una serie di caratteristiche che daranno un significativo incremento di punteggio alle aziende che partecipano al bando:
– la presenza sul territorio di una sede operativa;
– la capacità organizzativa rispetto alla dimensione dell’appalto;
– l’esperienza e la professionalità del personale;
– l’impiego di disoccupati, di ultracinquantenni e di personale con familiari a carico e disabili.

Le organizzazioni sindacali richiedono all’Unione dei Comuni della Romagna Forlivese di recepire il presente accordo, per avere sul territorio condizioni uniformi nelle gare di appalto pubbliche, dove siano valorizzate qualità del lavoro e dell’impresa.
Cgil, Cisl e Uil si auspicano che questo accordo possa diventare un contributo alla legge quadro regionale sugli appalti in via di approvazione.