Trattoria La Lanterna di Tredozio

0

Trattoria La Lanterna
Indirizzo: viale Repubblica 8 a Tredozio (FC)
Recapiti tel.: 0546 – 943601
Giorno di chiusura: mercoledì.
Orario di esercizio: pranzo e cena.
Si può prenotare? Si.
Locale non climatizzato con una verandina estiva.
Parcheggio: antistante non all’ombra.
Come arrivare, itinerario consigliato: arrivi a Tredozio e prosegui sulla nazionale per andare a Marradi: lo trovi sulla destra.

Passando da Tredozio decido di recensire questa trattoria basandomi su giudizi di miei segnalatori locali. La loro informazione sulla “Lanterna” è quella di un posto “particolare”. Entro e già dalla porta (la cartina-tornasole di ogni ristorante) mi appresto a capire quella realtà: Trattoria vecchiotta, quel cliché di una volta, difatti siamo in quei locali a gestione familiare. C’è comunque clientela eterogenea e si vede che sono fidelizzati. Sull’anticamera giocano a carte, non c’è Internet! Mi piacciono questi locali e ho piacere nel descriverli: sono posti in estinzione, complice anche la crisi.
Lanterna, una schietta e semplice gestione familiare: Bruna Fabbri è la caparbia cuoca e manager, una donnina tutta d’un pezzo. E’ la “zdora” col matterello sempre in mano. La gestione è col marito Germano che mi ha confidato che non sanno sino a quando “ce la faranno” a tenerla aperta: peccato; un quadro che ho visto purtroppo spesso.

Nel Piatto. A mia richiesta un tris di primi piatti romagnoli: tagliatelle, tortelli di patata e tortelli di ricotta. Ottimi i due tortelli, sfoglia dura, ben lavorata, ripieno perfetto; le tagliatelle sono un po’ sotto come standard ma sempre accettabili; il condimento è un ragù un pochino troppo cotto generosamente riposto sulla datata fiamminga acciaio inox. Buona la “forma” cioè il parmigiano, raro trovarlo al top sui locali medio-bassi.
Il contorno: si tratta di un misto di verdure che arriva ancora fumante! Non hanno i micro-onde, quindi è stato fatto al momento; la bietola è squisita, da mille e una notte, sarà che le cose semplici son le più difficili a farsi. Il secondo è un ironico intingolo: “Pollo & fagiolini”: bello e raro, benvenuti al mangiare di una volta, quello di casa!
Il menù? E’ “vocale”, cioè ti diranno cosa c’è a parole… senza prezzi, amen.
Chiudiamo un occhio per l’olio di oliva non a norma UE: è quello della nonna sulle ampolle (quindi è rabboccabile) come dicasi per l’aceto, sembra fatto-in-casa! Sono conscio che queste recensioni potrebbero danneggiare questi piccoli localini, troppa gente non è contemplata men che meno se arriva a pioggia; inoltre avviso che contiamo solo 10 tavoli, da 2 a 6 posti, 45 coperti massimo. Infine è bene dire che il locale non è con le tonalità dei grigi dei posti ad esempio di Milano Marittima con simpatiche muffe murali, ma è pulito, cosa che conta. Allora, se probabilmente dovrete fare un po’ di fila, abbiate pazienza.

Dimensione del locale: un’unica sala, 10 tavoli per 45 coperti! Suggestiva la sala del Bar con nonni romagnoli che giocano a carte!

Arredamento e tavola: sotto-tovaglia in tessuto; tovaglia in carta come i tovaglioli.
Servizi igienici: un mono-bagno, passabile; pedale per l’acqua! A lato un dispenser di mini spazzolini a monete (?).

La Cucina come area operativa: piccola, non visitata.
Eventuali note sulla cucina: romagnola e col detto “quello che c’è”.

Target del locale $$$: medio-basso.

Descrizione Menù:
– Antipasti: romagnoli, crostini, formaggi e salumi, secondo la dispensa.
– Primi piatti: Tagliatelle (7); Tortelli patata e tortelli erbette (voto 8+).
– Secondi piatti: Pollo con fagiolini; carne; formaggi (voto: 7 e 1/2)
– Contorni: di stagione (voto: 9)
– Nel Cestino: Pane casereccio ma è salato, peccato!
– I dolci: piccola scelta. (Buoni)
– Caffè, amari, varie: nella norma (Voto: sufficiente)
– La Cantina/Carta dei Vini. Vino della casa, potabile.
– E la carta, dell’Acqua: acqua da litro, in bottiglia vetro, di marca; la mezza bottiglia era in plastica!
– L’Olio, il sale & l’Aceto: Ahimè, si chiude un occhio, olio non-rabboccabile…
– Note sul menù/Piatti consigliati: i tortelli.

Verdetto finale: Location esterna: 8; Ambiente (Locale): 6; Servizio: 7; Menù: 8-9; Conto: 6+.

“Sulla Porta”: il locale vanta queste “Placche” e queste Guide:
– 4live.it
– “Via Emilia Ristoranti e contorni” www.viaemiliaristoranti.it

In zona puoi anche provare questi altri Ristoranti”:
– Marradi (FI) a 9 km.: Trattoria del Lago
– Sopra Tredozio a pochi chilometri: Mulino San Michele (elitario con 2 menù sui 40 e 60 euro; prenotare perchè ha pochi posti)
– Sotto Tredozio a Modigliana: Il Solieri (lo chef maestro e sommelier Serra benché in pensione vi sorprenderà).
Distanze chilometriche. Da Forlì: 45.