Opera Don Pippo

Il 9 gennaio del 2009 cominciò il mio SVE (Servizio Volontariato Europeo), un’avventura fantastica che è durata 365 giorni… Mi ricordo l’impressione e l’emozione del primo giorno, l’incontro con i ragazzi della Don Pippo, i primi sguardi e il cartellone con la scritta all’entrata: ‘’Benvenuta Nino!’’. Mi hanno raccontato dopo pochi giorni la fatica che hanno fatto a capire come scriverlo correttamente: ‘’Benvenuta Nino o Benvenuto Nino?’’. In Italia ho vissuto un anno di vita diverso da come vivevo prima, in un paese che ammiravo da bambina, ascoltando, leggendo, guardando e studiando tante cose italiane cominciando dalla vostra lingua, storia e cultura… I ragazzi della Don Pippo sono persone speciali che danno energia positiva a tutti senza accorgersene. Sono passati ben sei anni dalla mia esperienza ed ho sempre con me dei bellissimi ricordi ed un’emozione che ha il colore dell’oro, come un sole che mi mette di buon umore.
Dopo sei anni ho più amici italiani, volontari, persone con le quali ho vissuto ogni singolo giorno e mi hanno aiutato in special modo moralmente… ho imparato delle cose che potevo vivere solo alla Don Pippo, dove l’atmosfera è unica ed interessante, amichevole e particolarmente ricca di significati per me. In questo percorso ho scoperto la ‘’Nina diversa’’… Mi mancate tanto, ma arrivo da voi prestissimo. 
La vostra amica ‘Nina Georgiana’.

CONDIVIDI
Articolo precedenteAlla Festa Artusiana si parla di vino e cucina zero sprechi
Articolo successivoFestival di Castrocaro, al via le semifinali di selezione
La comunicazione si conferma essere una funzione fondamentale nella vita di ogni essere umano e si può esprimere in diversi modi e forme di linguaggio. Un vettore di informazioni e comunicazioni è senza dubbio il web, con opportunità quali i blog o le pagine facebook in cui ognuno di noi può esporsi ed esporre all'esterno pensieri, opinioni o semplicemente commentare fatti avvenuti. Una RedAzione può aiutare a sviluppare o più semplicemente dare spazio a capacità e abilità di scrittura o fotografiche. Le modalità espressive varieranno in funzione dell'argomento, degli interessi o del destinatario dell'informazione, potranno essere: articoli, fumetti, vignette, critiche, interviste, video, foto e tutto quello che verrà in mente e che di volta in volta si riterrà più adatto. Il momento redazionale e di programmazione della redazione diventa uno dei modi con cui i ragazzi possono, oltre che ordinare e attribuire senso alle proprie esperienze, anche percepire attraverso relazioni sociali un possibile rapporto con gli altri, a sottolineare come l'individuo non dipenda solo dai propri sistemi di significato, ma anche dal suo rapporto con l'ambiente e con le persone con cui la sua vita si incrocia. L'idea è anche quella di far passare un messaggio chiaro all'esterno, la disabilità non parla solo di disabilità ma può aprirsi ed esprimersi su qualsiasi cosa faccia parte della vita: musica, sport e spettacolo sono solo alcuni degli argomenti che vorremmo trattare. Tutto questo avverrà in collaborazione con 4live, blog di informazione locale, gestito da Tommaso Di Lauro (giornalista iscritto all'albo).