Forlì Calcio

Forlì – Sammaurese: 1 – 2

L’ultima partita di campionato al Morgagni è sfortunata per il Forlì, che perde 2-1 contro una Sammaurese in forma. In una giornata in cui, Parma a parte (3 a 0 sul Bellaria), perdono anche Altovicentino, che è seconda in classifica, in casa (2-3) con ArzignanoCampo, il Forlì (con Sammaurese) che è terzo, e il San Marino che è quarto a Lentigione (2-1), magari si può già pensare che la testa sia già nei playoff. Solo se si vuole guardare il bicchiere mezzo pieno. Il prosieguo della stagione darà come al solito le sentenze definitive. CronacaOspiti subito propositivi e già al 6’ Bonandi va al tiro dalla distanza ma è alto. Al 10’ il Forlì può colpire in contropiede con Nocciolini che però sbaglia nel servire Tentoni. La Sammaurese riparte e Simoncelli va alla conclusione in porta con Merelli che devia in angolo il tiro rimpallato. Turchetta serve poi un ottimo pallone per Nocciolini che colpisce di prima senza centrare lo specchio. Ancora il numero dieci biancorosso, ma questa volta per il colpo di testa di Tentoni che finisce fuori. Al 23’ il Forlì passa in vantaggio: corner di Turchetta, Fantini di testa insaccaPoco dopo il capitano del Forlì interviene prontamente su Pieri che stava per concludere in porta indisturbato. Al 27’ Tentoni serve Nocciolini, che scarica un fucilata potente ma alta. Al 35’ c’è l’episodio chiave della gara. I centrali biancorossi Fantini e Cola pasticciano nel fraseggio corto e servono di fatto Bonandi che si ritrova a tu per tu con Merelli. Il portiere biancorosso in uscita si tuffa per prendere il pallone e colpisce l’attaccante giallorosso. Per il direttore di gara è calcio di rigore ed espulsione. Mister Gadda manda in campo il secondo portiere Lombardi e fa uscire Personè. E ospiti da questo momento in superiorità numerica. Bonandi si incarica dell’esecuzione dal dischetto e segna la rete del pareggioGli ospiti ci credono e al 40’ Gaiani ci prova dalla distanza, ma Lombardi blocca. Il Forlì può subito raddrizzarla con Nocciolini che si gira in area e va al tiro di sinistro, ma la palla esce di poco. Il primo tempo finisce qui. Secondo tempoLa ripresa è subito sfortunata per i Galletti. Al 47’, su corner di Simoncelli, sbuca Sampò che segna il 2-1Adobati ci prova dal limite al 67’, ma l’estremo difensore giallorosso para. Poco dopo tocca a Nocciolini, che dal limite dell’area si esibisce in una rovesciata, senza colpire il pallone con potenza. Il Forlì reclama un calcio di rigore al 77’ per una trattenuta in area ai danni di D’Appolonia, ma l’arbitro lascia correre tra le proteste dei giocatori e dei tifosi. Due minuti più tardi Lo Russo va al tiro dalla sinistra e il portiere compie un’altra importantissima parata. Negli ultimi minuti arrivano le sostituzioni di mister Protti: all’83’ Entra Rondinelli ed esce Pieri. Pochi minuti dopo tocca a Giannelli, che subentra all’infortunato Diallo. A due minuti dal 90’ il Forlì rischia ancora: tacco al limite dell’area di Bonandi che serve Rondinelli defilato. Lombardi esce e blocca la conclusione con un ottimo intervento. Poco dopo il giovane portiere biancorosso è impeccabile anche su una conclusione ravvicinata di Simoncelli. Dopo 5 minuti di recupero, nei quali il Forlì ha tentato l’assalto finale, il direttore di gara fischia la fine dell’incontro.

La Sammaurese esce dal Morgagni con una vittoria, complici anche gli episodi che hanno cambiato l’andamento della partita. Massimo Gadda non nasconde il rammarico per il risultato: “Perdere in casa dispiace e dà anche molto fastidio. È stata una gara un po’ strana. Non eravamo nella migliore giornata e siamo partiti un po’ male. Dopo ci siamo ripresi e abbiamo cominciato a giocare. Abbiamo preso il controllo, e con fortuna o bravura l’abbiamo sbloccata”. L’espulsione di Merelli ha dato fiducia ai giallorossi, che nella ripresa hanno trovato anche il gol del vantaggio: “L’episodio del rigore con l’espulsione ha condizionato l’andamento della contesa, poi purtroppo abbiamo preso un gol su calcio piazzato. A volte le squadre in dieci riescono lo stesso a fare risultato, noi non ci siamo riusciti. Abbiamo provato a spingere, rischiando molto”. Un’imprecisione difensiva ha portato gli ospiti al pareggio e a giocare per un’ora con un uomo in più: “Avevamo fraseggiato molto con Fantini e Cola, lo avevano fatto anche bene. In quell’occasione erano troppo vicini tra loro ed è stato facile per gli avversari andare in pressing. L’errore singolo lo possono fare tutti”. Il Forlì giocherà ora l’ultima di campionato a Rovigo: “Dobbiamo giocarla bene. Il Delta Rovigo vorrà vincere la partita anche se ai playoff credo ci andrà la Correggese che incontrerà la Fortis Juventus. Abbiamo molti giocatori squalificati e con Bisoli e Angeli infortunati non abbiamo terzini destri. Dovremo inventarci qualcosa”.
I Galletti tra quindici giorni affronteranno invece il San Marino, nella semifinale del playoff, e il mister fa un bilancio della stagione: “Comunque vada a finire la stagione del Forlì è stata più che positiva. Quello che ci eravamo prefissati è stato fatto, abbiamo gettato le basi per il prossimo anno. La squadra arriva terza in un campionato del genere, un bellissimo risultato. Peccato per queste giornate qui”.

F.C. Forlì: Merelli, Adobati, Lo Russo, Bergamaschi, Fantini (62’ D’Appolonia), Cola, Rrapaj (51’ Spinosa), Tentoni, Personè (37’ Lombardi), Turchetta, Nocciolini. A disp.: Vesi, Salvi, Enchisi, Pasquini, Bussaglia, Peluso. All. Massimo Gadda.
Sammaurese: Hysa, Pesaresi, Tartabini, Rosini, Gaiani, Sampò, Diallo (86’ Giannelli), Scarponi, Pieri (83’ Rondinelli), Bonandi, Simoncelli. A disp.: Vandi, Ferrari, Bertozzi, Bassani, Solinas, Gobbi, Carpineta. All. Stefano Protti.
Arbitro: Andrea Maraniello di Paola. Assistenti: Giuseppe Facchini di Parma e Enrico Repetto di Bolzano.
Note – Marcatori: 23’ Fantini (F), 37’ rig. Bonandi (S), 47’ Sampò (S). Ammonizioni: Pesaresi (S), Tentoni (F), Bergamaschi (F), Rondinelli (S), Adobati (F), Gaiani (S).