Sicurezza, Morrone (LN): “Serve l’Esercito a supporto delle Forze dell’Ordine”

8

Serve l’esercito. Un contingente delle forze armate, che, nell’ambito dell’operazione ‘Strade sicure’, venga a supportare l’azione delle Forze dell’ordine nel territorio provinciale e in particolare a Forlì”. Ne è convinto il segretario nazionale della Lega Nord Romagna, Jacopo Morrone, che commenta i dati resi noti dal questore Salvatore Sanna. “I furti e le rapine, in particolare nelle abitazioni e negli esercizi commerciali,- aggiunge- sono in aumento. I dati del 2015 lo provano e ci sono segnali per il 2016 allarmanti. Le Forze dell’Ordine fanno quello che possono, da evidenziare l’incremento degli arresti, ma questa è ormai una guerra senza quartiere. Dunque, l’unica strada è quella di ricorrere a un contingente di personale militare messo a disposizione dei Prefetti per la prevenzione della criminalità a supporto degli uomini già impegnati su questo fronte. Non si può rimandare, non si può tergiversare. Di fronte a una criminalità sempre più diffusa e senza scrupoli, che colpisce chiunque, non si può rimanere inerti. La nostra gente si sente indifesa, non sa che fare e subisce rassegnata, mentre ci sono amministratori e forze politiche che preferiscono nicchiare, abbozzare e sottovalutare il problema perché il riconoscerlo metterebbe in luce la loro inadeguatezza strutturale ad affrontarlo. C’è addirittura chi continua a sostenere che è più il timore percepito che non i fatti criminosi effettivi. Ma di fronte ai numeri diffusi dal Questore non ci sono scuse che tengano. E non dimentichiamo mai che la questione sicurezza è strettamente legata a quella dell’immigrazione irregolare. Un problema in costante crescita che, se non affrontato subito, ed è già tardi, potrebbe avere nel prossimo futuro ricadute devastanti nel nostro territorio”.