Pitti bimbo Manila Grace

Bambini: come vestirli? Per le mamme fantasiose che vogliono scansare il rischio d’essere banali e per quelle a corto di idee che non vogliono sbagliare, Pitti Bimbo, la rassegna fiorentina di moda junior internazionale, offre notevoli spunti. L’evento, che quest’anno si svolgerà dal 23 al 25 giugno, attira le grandi marche ma anche la curiosità più spicciola, essendo snodo di proposte creative, luogo di incontro tra aziende, designer e buyer per indicare la strada dello stile per la primavera estate 2016. Come era avvenuto nel 2015, le grandi firme, tra cui Manila Grace, Missoni, Ermanno Scervino, hanno preso dall’armadio di mamma e papà l’abbigliamento dei piccoli, ovviamente adattato. Stampe floreali e con animali, pois, righe, sovrapposizione di tessuti, la frutta dei brand spagnoli, glitter sulle scarpe, tulle e organza con ai piedi fantasiose sneakers colorate: le bimbe saranno così, un po’ rockstar e un po’ principesse. I maschietti vestiranno tanto denim e giacche, camicie con stampe micro o etniche. Per tutti i bambini, lunga vita alla tinta pastello e a tutte le sue possibili sfumature. D’altra parte, le previsioni meteo per l’estate 2016 promettono, fino a settembre, un tempo con temperature sopra la media e un periodo poco piovoso: in pratica, le condizioni ottimali per indossare questo stile ci sono tutte. Per chi, invece, è creatore del proprio stile, vi consigliamo un esempio di sartoria nostrana: Popommo a Forlì si occupa dell’abbigliamento dei bambini, dalla nascita fino ai 12-14 anni, per i quali sono creati, in pieno stile artigianale, originale e autentico, capi di abbigliamento su misura e accessori, il tutto personalizzato con decori e ricami. Ogni momento speciale ha il proprio abito unico, a cominciare dalla scelta dei tessuti di prima qualità. Vista la visibilità ottenuta grazie ai social, e in particolare per la sua presenza assidua su Instagram, a breve, Popommo renderà disponibile un servizio di spedizione in tutta Italia. Della serie: c’è chi segue la moda e chi la fa. A voi la scelta!