Concerto “Omaggio a Giuseppe Siboni”

0

Venerdì 6 maggio, alle ore 18,00, all’Auditorium della Cassa dei Risparmi, in via Biondo Flavio a Forlì, si terrà un concerto “Omaggio a Giuseppe Siboni“, con il tenore Paolo Gabellini, i pianisti Sergio Kosteniuk, Davide Cavalli, Filippo Pantieri, Pierluigi Di Tella, e il violinista Wilmer Massa. Nell’occasione verrà inaugurata una lapide quale omaggio della città di Forlì a uno dei suoi figli più celebri, mentre Pierluigi Moressa terrà, nell’ambito del concerto, una conversazione sulla figura di Siboni.

Giuseppe Siboni nacque in una casa che sorgeva nel luogo dove, nel 1926, fu costruito l’attuale palazzo di residenza della Cassa dei Risparmi di Forlì su progetto di Vincenzo Pantoli e Domenico Gambi. Dopo aver compiuto la propria formazione in patria, Siboni frequentò città italiane e europee, come Bologna, Milano, Praga, Vienna, dove seppe affermarsi come tenore dotato di ottime qualità vocali e di un ampio repertorio. Per queste doti e per la grande forza interpretativa fu apprezzato anche da Beethoven. L’amicizia con il musicista concittadino Piero Maroncelli e l’adesione alla Carboneria costrinsero Siboni a trovare riparo in Danimarca, dove si distinse come organizzatore della vita musicale di quel paese. A Copenaghen fondò il primo conservatorio musicale della Danimarca. Qui trascorse gli ultimi vent’anni della propria vita senza perdere i contatti con Forlì. Morì nel 1839 e fu sepolto accanto ai maggiori personaggi danesi. Il suo ricordo è assai vivo nel paese scandinavo, dove tuttora vivono diversi discendenti.

La figura del musicista forlivese è stata rievocata, tra l’altro, nel libro “Giuseppe Siboni: un tenore forlivese e il teatro musicale del primo Ottocento” di Gerhard Schepelern, che nel 1995 la Cassa dei Risparmi e la Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì diedero alle stampe nella versione italiana curata dal musicologo forlivese Ferdinando Battaglia; volume fondamentale per conoscere la storia sia di Siboni, sia della vita musicale di quell’epoca. Ingresso libero.

CONDIVIDI
Articolo precedentePresentazione del libro di Manuela Racci "Caro amore ti scrivo..."
Articolo successivoDuro attacco della Lega alla Giunta Drei
Classe 1963, diploma in Ragioneria, iscritto all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti dal 1994. Appassionato di giornalismo e social network ha collaborato come giornalista pubblicista per la Gazzetta di Forlì, per la Gazzetta dello Sport, Corriere di Forlì, Forlì&Forlì e dal 2000 fino ad aprile 2013 per Il Resto del Carlino di Forlì. Da luglio 2011 è direttore di 4live.