Sabato 7 maggio, dalle ore 9,30 alle ore 12,30, nel Salone Comunale si terrà la presentazione del rapporto e della Campagna “Filiera Sporca”, sul tema della filiera in Emilia-Romagna e il rapporto con il consumatore. Il primo di una serie di otto incontri denominati “Coltiviamo la legalità” edizione 2016.
Coltiviamo la legalità” vuole essere una metafora come il coltivatore che fatica per dissodare la terra, concimarla e seminarla, per poi attendere che dia il suo frutto; il tempo dell’attesa non è tempo perso, ma fa parte del ciclo della coltivazione; così la Legalità Democratica crescerà grazie alla collaborazione di tutti i cittadini.
Tutti gli eventi sono promossi dal Comune di Forlì, assessorato alla legalità ed alle politiche giovanili, in collaborazione con la Regione Emilia Romagna, l’università di Bologna Campus di Forlì, l’Osservatorio sulla Legalità di Forlì, le istituzioni scolastiche del territorio, e le associazioni culturali ricreative e di promozione sociale. Sabato 7 maggio verrà presentato dal relatore Fabio Ciconte e dal moderatore Roberto Rizza, docente Alma Mater Studiorum, università di Bologna Campus di Forlì, seguiranno gli interventi di Cristina Falaschi, di Gianluca Bagnara, economista agroalimentare e di Davide Balzani funzionario Inps. In chiusura intervento del sindaco di Forlì Davide Drei, Gian Guido Nobili responsabile area sicurezza urbana e legalità della Regione Emilia-Romagna.
Alle ore 14,30 l’incontro prosegue in Piazza Saffi con una gara simultanea di scacchi, organizzata dal Circolo Scacchistico Forlivese e con la partecipazione delle scuole elementari medie inferiori e superiori che hanno partecipato ai corsi di scacchi per il progetto “Sport e legalità”. Al termine verranno consegnati i diplomi agli studenti. L’evento è organizzato dal Circolo Scacchistico Forlivese.

Mercoledì 11 maggio, alle ore 20,30, nella sala multimediale San Luigi in via L. Nanni 14 a Forlì, si terrà la proiezione del film “La linea sottile”, a cura di Sunset. Soc. Coop.,Tavolo Permanente delle Associazioni contro la violenza alle donne, Amnesty International Sezione Italiana. Alla proiezione seguirà una eventuale discussione con la regista Paola Sangiovanni.
Giovedì 12 maggio, alle ore 10,00, la proiezione sarà riservata agli studenti degli istituti superiori. In collaborazione con l’’Ufficio Scolastico Provinciale di Forlì-Cesena.
Venerdì 13 maggio, alle ore 20,30, nella Fabbrica delle Candele di Forlì, si terrà “A occhi sbarrati”, una serie di racconti e pensieri dei detenuti, prodotti durante il laboratorio teatrale. Pensieri che diventano poesia e condivisione letteraria. A cura dell’Associazione Con..tatto.
Venerdì 20 maggio, dalle ore 18,00 alle 22,30, sempre alla Fabbrica delle Candele di Forlì primo incontro alle ore 19,00-19,30 “E se Alice avesse 16 anni?”, il secondo “Adolescenza tra identità e negazione”, trattanti il tema dell’evoluzione adolescenziale come momento in cui il giovane si rapporta con cambiamenti fisici e psichici e con la difficoltà a riconoscersi e a farsi riconoscere. Seguirà uno spettacolo di danza del ventre ispirato al romanzo Alice nel paese delle meraviglie. A cura dell’Associazione Culturale Il progresso delle Idee.
Sabato 21 maggio, dalle ore 10,00 alle ore 13,00 nel salone comunale di Forlì si svolgerà l’incontro pubblico sul tema “Terrorismo internazionale e tutela dei diritti“. Introduce Marco Borraccetti, docente Alma Mater Studiorum, università di Bologna Campus di Forlì, a seguire l’intervento di Raoul Mosconi assessore alla legalità, pace e diritti umani del Comune di Forlì. Con la presenza di un importante ospite: il Procuratore Generale della Repubblica della Corte d’Appello di Roma Giovanni Salvi. A cura dei docenti dell’Osservatorio della legalità Forlivese.
“Coltiviamo la legalità”: “SlotERFree”
Martedì 24 maggio, alle ore 16,30, nella sala Randi Comune di Forlì, si terrà la presentazione del progetto regionale “SlotErfree”, su una legge per chi è affetto dalla Ludopatia. Ospiti: Valentina Ravaioli consigliera Regione Emilia-Romagna, Gian Guido Nobili Responsabile area sicurezza urbana e legalità della Regione Emilia-Romagna, Raoul Mosconi assessore alla legalità, pace e diritti umani del Comune di Forlì. A cura degli assessorati alla legalità ed alle politiche giovanili e dell’unità politiche giovanili del Comune di Forlì.

CONDIVIDI
Articolo precedenteIl Nobel Mario Capecchi a Bertinoro e Forlì
Articolo successivoM5S: "La Segretaria dell’Unione dei Comuni è illegittima"
Sono nata nel 1992 e vivo da sempre a Forlì. Dopo una laurea triennale in Scienze Internazionali Diplomatiche, in ottobre 2016 conseguo la laurea magistrale in Mass Media e Politica presso la Facoltà di Scienze Politiche “R. Ruffilli” di Forlì. Poi la passione per la comunicazione mass mediale mi ha portato a studiare la Lingua dei Segni per i sordomuti presso la Facoltà di Interpreti e Traduttori di Forlì, con il secondo livello a giugno 2017, e nel frattempo ho condotto un programma radiofonico sui Borghi più belli di Romagna. Il mio peggior difetto? (Ormai, ahimè, reso pubblico) Debbo uscire sempre con carta e penna per prendere nota di tutto ciò che trovo interessante!