Ci siamo, tra poche settimane la stagione estiva di questo 2016 sarà ufficialmente inaugurata, ma tanti sono sia i punti interrogativi che le speranze. Le previsioni in realtà sembrano essere all’insegna dell’ottimismo, anche perché in tutto il territorio nazionale il trend è quello di riscoprire (in molti casi di scoprire) regioni e località nostrane troppo spesso sacrificate a vantaggio di città e di località all’estero. La motivazione di questa inversione di rotta la si può trovare, come è facile immaginare, nella crisi che ha dimezzato, se non del tutto azzerato, il budget di parecchie famiglie. Insomma, in poche parole non ci sono soldi a sufficienza per partire senza magari doversi fare carico di qualche altro prestito, e quindi si resta in Italia, ma non si rinuncia alla vacanza al mare. Ecco perché le previsioni per la costa romagnola sono assolutamente positive, e gli albergatori non restano certo a guardare. Quest’anno possono anche contare su diversi punti di forza come appunto prezzi più bassi, che vanno a inserirsi tra un pacchetto di offerte e l’altro, ma anche maggiori servizi, per esempio la connessione praticamente disponibile in tutte le strutture grazie anche a sistemi di connessione come web cube, che consentono di avere una rete internet senza dover fare lavori e allacci vari (dettagli su http://www.apprendistatoprovinciaroma.it/web-cube/). Un’offerta che fa sicuramente piacere a molti turisti, soprattutto a quelli che, nonostante la vacanza, hanno necessità lavorative particolari per cui hanno bisogno di collegarsi al web. Si punta molto quindi sulla varietà di offerte e sulla qualità dei servizi. Non mancheranno certo i locali per il divertimento giovanile, da sempre lo zoccolo duro del turismo di questa straordinaria regione. La fama del divertimento della riviera è arrivata praticamente ovunque, grazie anche all’apertura e al rinnovo dei numerosi parchi a tema, sogno di ogni bambino, ma non solo. Ma quello che sarà il vero punto di forza dell’offerta turistica di questa nuova stagione saranno i prezzi perfettamente in linea con l’offerta dei servizi. Non che gli anni passati non lo fosse, ma in questa stagione si terrà particolarmente conto delle esigenze dei clienti, cercando di offrire sempre il meglio al costo più contenuto, ma non a scapito, appunto, della qualità, semplicemente abbattendo costi di filiere e di vari passaggi.