La mostra “C’era una volta… anzi appena ieri” e i “Sentieri partigiani”

0

Nuovi appuntamenti con la cultura a Santa Sofia: si terrà sabato 16 aprile, alle ore 18,00, la presentazione della mostra “C’era una volta…anzi appena ieri”, raccolta fotografica sull’infanzia e le Scuole di montagna; al cui termine non mancherà la tradizionale “merenda contadina”. Quella allestita nella sala del Centro culturale non è una vera e propria mostra fotografica: nei venti pannelli sono esposte molte immagini, spesso sgranate o sfocate; sono le foto riemerse dai cassetti e dai vecchi album, ritratti famigliari e foto di una comunità. L’invito del curatore Palmiro Capacci è di ricercare le vecchie foto, per ricostruire la propria storia personale, che è anche storia collettiva.
Questa mostra documentaria e fotografica è strettamente legata al libro di Palmiro Capacci dal titolo “C’era una volta…anzi appena ieri”, pubblicato nel 2015″ piegano il sindaco Daniele Valbonesi e l’assessore alla cultura Isabel Guidi nell’introdurre la mostra.
Una componente importante della vita nell’Appennino era appunto la scuola. Fino agli anni Sessanta il nostro territorio era densamente popolato: le case rurali abitate, i terreni coltivati e sfruttati per l’agricoltura e l’allevamento. Per questo esistevano tantissime piccole scuole, che permettevano ai bambini delle zone più disagiate di ricevere un’istruzione di base.
Pensiamo ad esempio alle scuole di Pian del grado e di S. Paolo in Alpe, alla scuola di Berleta e a quella Spinello, alla stessa scuola di Corniolo, unica ancora aperta, con una pluriclasse comprendente bambini dalla prima alla quinta.
L’esposizione restituisce un mondo che non esiste più, ma che fa parte della nostra storia ed è degno di essere conosciuto e valorizzato. Strettamente collegato alla mostra, che rimarrà allestita fino al 1 maggio, è anche la presentazione del libro di Palmiro Capacci che si terrà giovedì 21 aprile alle ore 20,30. “C’era una volta… anzi appena ieri” è una raccolta di racconti, fiabe e filastrocche sull’infanzia e le Scuole di montagna edita da Il Ponte Vecchio.

Domenica 17 aprile sarà possibile vivere e conoscere meglio i luoghi protagonisti della Resistenza partigiana, attraverso un’escursione a contatto con la natura e alla portata di tutti, grandi e piccini. L’iniziativa, organizzata con il patrocinio dei comuni e delle Anpi di Santa Sofia e Alfonsine e del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, si svolge proprio nei luoghi in cui avvenne la battaglia di Biserno, il 12 aprile 1944, e ripercorre i sentieri battuti dai partigiani durante la resistenza.
Le guide di Quota 900 e il poeta Roberto Mercadini accompagneranno i viaggiatori lungo il percorso: il ritrovo per la partenza è previsto alle ore 9,30 nella piazza di Biserno, frazione di Santa Sofia. Il pranzo al sacco si svolgerà a Poggio Collina alle 12,00 circa, e la camminata proseguirà poi con rientro a Biserno alle ore 16,30.
La partecipazione è gratuita fino ai 12 anni, mentre il contributo richiesto agli adulti è di 5euro. Sono consigliate scarpe da trekking e vestiario anti pioggia, in caso di grave maltempo si convergerà a Santa Sofia al centro culturale Sandro Pertini.