Cerimonia per Roberto Ruffilli

Sabato 16 aprile avrà luogo la cerimonia in memoria di Roberto Ruffilli. Inizierà alle ore 9,00 nell’area Barcaccia, parcheggio antistante Musei San Domenico, con uno Street art painting, una performance teatrale da parte dei ragazzi dell’istituto professionale Ruffilli, liceo classico, liceo scientifico, liceo artistico, scuola elementare Diego Fabbri. Prosegue, sempre in area Barcaccia, con un Flash Mob alla presenza delle autorità cittadine. Alle ore 11,15 santa messa nella chiesa di S. Antonio Abate in ricordo del Senatore Roberto Ruffilli. Al termine della Santa Messa, deposizione della corona commemorativa e saluto del sindaco di Forlì alla presenza degli studenti e delle autorità cittadine. Alle ore 15,00 in corso Garibaldi 45, nella Sala delle Assemblee Fondazione Cassa dei Risparmi si terrà l’incontro Fondazione Ruffilli.
Roberto Ruffilli, nacque a Forlì nel 1956. Entrò in politica negli anni Ottanta. Dapprima entrò a far parte del “gruppo di lavoro” del Segretario della Democrazia Cristiana, Ciriaco De Mita (come suo consigliere per le riforme istituzionali). Nel 1983 accettò di candidarsi al Senato della Repubblica, dove venne eletto nelle file della DC. Le Brigate Rosse, il 16 aprile 1988 (proprio pochi giorni dopo la nascita del nuovo governo presieduto da De Mita), lo assassinarono. Appena rientrato nella sua casa forlivese da un convegno in città, due finti postini suonarono alla porta della sua abitazione con la scusa di recapitargli un pacco postale; entrati nell’abitazione, lo condussero nel soggiorno, dove lo fecero inginocchiare accanto al divano per poi ucciderlo con tre colpi di pistola alla nuca.
A lui sono stati dedicati: un’aula (la 115) dell’università cattolica di Milano; l’Istituto Statale di Istruzione Superiore “R.Ruffilli” che a partire dall’a.s. 2000/2001 comprende l’Istituto Professionale per i Servizi Sociali “Melozzo da Forlì” e l’Istituto Professionale per il Commercio e il Turismo “Ivo Oliveti” (a far data dal 1º settembre 2014 ha assunto la nuova denominazione di Istituto Professionale “Ruffilli”); una casa di riposo a Forlì, (situata nel lato opposto della strada ove venne ucciso);una Fondazione che promuove iniziative di studio, ricerca e formazione sui temi della vita pubblica; un riconoscimento della Camera di Commercio di Forlì-Cesena, agli studenti che hanno superato l’esame di stato della scuola media secondaria con una votazione di 100/100; e la Biblioteca Centralizzata del Polo di Forlì dell’Università di Bologna, in via San Pellegrino Laziosi, nei pressi del Campus di Forlì e Facoltà di Scienze Politiche.

CONDIVIDI
Articolo precedente“Tutt’insieme a canestro”
Articolo successivoConcerto del Trio Iftode e il libro "Personaggi di Forlì II"
Sono nata nel 1992 e vivo da sempre a Forlì. Dopo una laurea triennale in Scienze Internazionali Diplomatiche, in ottobre 2016 conseguo la laurea magistrale in Mass Media e Politica presso la Facoltà di Scienze Politiche “R. Ruffilli” di Forlì. Poi la passione per la comunicazione mass mediale mi ha portato a studiare la Lingua dei Segni per i sordomuti presso la Facoltà di Interpreti e Traduttori di Forlì, con il secondo livello a giugno 2017, e nel frattempo ho condotto un programma radiofonico sui Borghi più belli di Romagna. Il mio peggior difetto? (Ormai, ahimè, reso pubblico) Debbo uscire sempre con carta e penna per prendere nota di tutto ciò che trovo interessante!