Forlì Città Europea

Questa mattina nella sala Giunta del Comune di Forlì si è tenuta la conferenza stampa per la Candidatura Forlì, Città Europea dello Sport 2017In apertura il discorso del sindaco Davide Drei “Per Forlì lo sport rappresenta quella “palestra” che si ripercuote anche nella vita quotidiana di ciascun cittadino. Lo sport può diventare un luogo di rappresentanza di cultura e di pace, basato su una sana e costruttiva competizione di spirito di squadra e di lealtà. Un itinerario educativo per le giovani generazioni, lo sport come un benessere psicofisico e relazionale. Per noi, amministratori ottenere questo riconoscimento significa una grande soddisfazione per le prospettive future che attueremo nella città di Forlì. “
L’assessore dello sport, Sara Samorì, tiene a precisare quanto “Forlì sia da sempre una città di Sport e lo dimostrano il numero delle sue società sportive, dei suoi tesserati, dei suoi appassionati e dei suoi numerosi impianti. I progetti in corso sono tanti, come tante sono le manifestazioni – locali, nazionali, internazionali – che attraversano e hanno attraversato negli anni questa città, molte delle quali quotidianamente curate dalla spina dorsale del nostro movimento sportivo, da quello dilettantistico e giovanile, che si muove all’interno della nostra comunità collaborando e portando alla luce un legame vitale e profondo con il suo tessuto economico e sociale – aggiunge – Forlì, oggi, si candida ad una grande opportunità di valorizzazione della propria immagine, candida il suo mondo sportivo, fatto di tante storie e volti, come quello olimpionico di Ercole Baldini. Forlì si candida perché da sempre crede ed investe nelle politiche sportive e nella cultura sportiva”.
L’amministrazione rende noti i cinque obiettivi di Aces Europe: divertimento con l’esercizio fisico, rafforzare il senso di appartenenza alla comunità, imparare il fair play, migliorare la salute, e in ultimo, ma non meno importante, la disponibilità a raggiungere gli obiettivi prefissati.
La candidatura a Città Europea dello Sport è stata vissuta come la possibilità di implementare le iniziative e i progetti promossi dal Comune, a dar loro un valore e un risalto maggiore sotto l’egida di ACES Europe.
Nei prossimi mesi e nel corso del 2017 le occasioni di promozione sportiva e di spettacolo sportivo saranno tante: dalla ristrutturazione di impianti sportivi delle scuole forlivesi, al completamento di erba sintetica presso lo Stadio 1 Morgagni di Forlì, alla valorizzazione del Campo Gotti- unico a livello nazionale per l’atletica leggera- agli ordinari lavori di amministrazione in termini di sicurezza nei luoghi sportivi.
Gli investimenti previsti: 2016 € 285.000, per il 2017 € 595.000, per il 2018 € 1.475.000.
Aggiunge il Sindaco “Il nostro impegno a proseguire sulle direttrici tracciate e su una tradizione che ha regalato grandi nomi e grandi gioie allo sport, ci fa dire con convinzione che Forlì è pronta per questa candidatura, Forlì c’è.”

CONDIVIDI
Articolo precedenteL’ex sciabolatore olimpico Michele Maffei in visita al Circolo Schermistico Forlivese
Articolo successivoPiero Della Francesca. Indagine su un mito
Sono nata nel 1992 e vivo da sempre a Forlì. Dopo una laurea triennale in Scienze Internazionali Diplomatiche, in ottobre 2016 conseguo la laurea magistrale in Mass Media e Politica presso la Facoltà di Scienze Politiche “R. Ruffilli” di Forlì. Poi la passione per la comunicazione mass mediale mi ha portato a studiare la Lingua dei Segni per i sordomuti presso la Facoltà di Interpreti e Traduttori di Forlì, con il secondo livello a giugno 2017, e nel frattempo ho condotto un programma radiofonico sui Borghi più belli di Romagna. Il mio peggior difetto? (Ormai, ahimè, reso pubblico) Debbo uscire sempre con carta e penna per prendere nota di tutto ciò che trovo interessante!