Cinema africano e ‘Caino Royale’ alla Sala San Luigi

0

Mercoledì 13 aprile, alle ore 21,00 alla Sala San Luigi, in via Luigi Nanni 12 a Forlì, per la ventesima rassegna “Cinema africano. L’incontro atteso” verranno proiettati tre cortometraggi:
• “Cousines” di Lyes Salem (Algeria 2003) 31’ v.o arabo con sottotitoli. Driss vive a Parigi e torna ogni anno ad Algeri in vacanza. Qui ha tutta la simpatia delle cugine che lo sentono più aperto e sensibile ai loro problemi. La linea che divide il mondo degli uomini da quello delle donne si è fatta ancora più netta in città con la minaccia integralista. L’assassinio brutale di una ragazzina del quartiere che non portava il velo lascia tutti senza parole. In famiglia Driss deve prendere posizione.
• “Zakaria” di Leyla Bouzid (Tunisia 2013) 27’ v.o francese con sottotitoli. Zak vive in un paese del Sud della Francia una vita tranquilla con la moglie e i due figli. Alla notizia della morte del padre, Zak decide di tornare in visita al suo paese d’origine, l’Algeria, e portare tutta la famiglia. Ma la figlia Sarah si rifiuta di partire.
• “Les souliers de l’Aïd” di Anis Lassoued (Tunisia 2012) 30’ v.o arabo con sottotitoli. In un piccolo villaggio di campagna, un bimbo di 9 anni, Nader, corre senza sosta con un’energia incredibile, su e giù per i sentieri, vendendo la pasta sfoglia della mamma e contribuendo così al menage familiare. In occasione della festa dell’Aid, vede in una vetrina in città delle scarpe alate che sono troppo care per le tasche del padre. Da quel momento Nader non si darà più pace…
Introduce la visione Francesco Postiglione (già coordinatore nazionale nord-africa per Amnesty International). Biglietto unico: 5 euro.

Giovedì 14 aprile, alle ore 21,00, sempre alla Sala San Luigi, via Luigi Nanni 12 a Forlì, per la rassegna di teatro Sacro, verrà messo in scena lo spettacolo: “Caino Royale” con Andrea Bochicchio e Giovanni Longhin, regia di Rita Pelusio. Si tratta di un testo comico che ripercorre la storia e le domande che nascono dalla vicenda di Caino e Abele. Ingresso a pagamento.