volley

Volley 2002 Forlì – Volley Soverato: 3-0

(25-15, 25-21, 25-18)

È arrivato il giorno più atteso. Al PalaDeAndré di Ravenna si gioca la finale di coppa Italia di A2. Finalmente tutta la tensione dell’attesa è pronta a esplodere in campo in quello che, senza ombra di dubbio, è in assoluto uno dei big match della stagione 2015-2016 di A2: Volley 2002 Forlì vs Volley Soverato. Le due squadre scenderanno in campo per contendersi il titolo che dodici mesi fa fu della Sudtirol Bolzano. Volley 2002 Forlì e Volley Soverato, prime in A2 a pari merito con 53 punti, nei quarti hanno eliminato rispettivamente Delta Informatica Trentino e Fenera Chieri e in semifinale myCicero Pesaro e Saugella Team Monza. 
Poche le ex in campo e tutte tra le giocatrici calabresi: la palleggiatrice Maria Luisa Cumino che ha fatto un breve passaggio a Forlì alla fine dell’estate del 2014 e Alessia Travaglini che fu a Forlì in B1 nella stagione 2007-2008, quando vestì la maglia della Combitras. Alla vigilia della partita coach Vercesi aveva dichiarato: “L’umore della squadra è molto alto, le ragazze sono tutte a posto, tranquille e cariche al tempo stesso. Dovremo cercare di giocare come sappiamo e divertirci al contempo. Siamo pronti sia tecnicamente che tatticamente, ma solo se ci divertiremo riusciremo a portare a casa il trofeo”. A Vercesi aveva fatto eco capitan Ventura che sottolineava: “Dobbiamo essere lucidi e freddi nel gioco, coscienti del fatto che se siamo arrivati fino a qua significa che ce lo siamo meritato”. Ora è finito il tempo delle parole e sarà il campo a parlare. Riusciranno le Aquile della Volley 2002 a rinverdire i fasti della stagione 2001-2002 nella quale la squadra forlivese si aggiudicò il trofeo in finale con la PS Soliera? Le Aquile sono pronte e cariche a graffiare con i loro artigli, ma sarà solo il campo a stabilire chi si porterà a casa il trofeo di Coppa Italia A2 20015-2006.

Il fischio d’inizio della finale di Coppa Italia di A2 viene dato alle ore 15.00. Coach Angelo Vercesi, che dispone della rosa al gran completo, schiera in campo lo starting six composto da: Balboni alla regia, Smirnova opposto, Saccomani e Aguero in attacco, Strobbe e Assirelli centrali, con Gibertini e Ferrara nel ruolo di libero.
Dal lato opposto del taraflex Luca Secchi mette in campo: Cumino al palleggio, Fresco opposto, Begic e Donà in attacco, Travaglini e Nardini centrali, con Caforio libero.
Si parte con Balboni in battuta e Soverato che conclude a terra il primo attacco vincente. L’inizio del match è a favore delle calabresi (0-4), fino a che Smirnova mette a terra la prima palla per Forlì (4-1). In questa prima parte le due formazioni si studiano e su un errore in attacco di Soverato avviene l’aggancio (8-8). La sirena del time out suona con Forlì avanti di due lunghezze. Si torna in campo e Forlì detta legge, 14 a 10 e Soverato chiama il discrezionale. In campo ci sono le due formazioni che quest’anno hanno dominato il torneo di A2, per cui lo spettacolo è assicurato. Forlì però ha una marcia in più e prende il volo (19-12), costringendo Luca Secchi a chiamare il secondo time out del set. La pausa giova alle Aquile che incrementano il vantaggio (23-14). La palla del set è nelle mani di Balboni al servizio e dopo un lungo scambio Aguero conclude: 25- 15.
Inizia bene il secondo set per Forlì con Smirnova e Aguero che concludono due attacchi (2-0), poi le calabresi si riprendono e ritrovano la parità (3-3). Di nuovo le forlivesi salgono in cattedra (8-4) e Soverato ferma il gioco. Alla ripresa del gioco Donà mette a segno due ace e Soverato si riavvicina: 11 a 8, time out Forlì. Giusto il tempo di tornare in campo e Laura Saccomani fa suonare la sirena del tempo tecnico a conclusione di un attacco vincente. La parte centrale del set vede di nuovo un tentativo di fuga di Forlì che mette a segno un ace con Strobbe (15-10). Le calabresi rispondono e fanno sentire alle romagnole il loro fiato sul collo (16-15). La partita è avvincente e spettacolare. Le Aquile si ricompattano e concludono due attacchi vincenti (18-15). La panchina calabrese ferma il gioco. Nella fase finale del set Forlì amministra il vantaggio acquisito. Da registrare solo il discrezionale chiamato da Vercesi sul punteggio di 24-20. Con la ex Cumino in battuta, Strobeb chiude con un veloce attacco vincente: 25-21.
Nel terzo set sono le calabresi a partire avanti (3-5). Forlì ritrova la parità (5-5), poi Soverato conclude due scambi (5-7) e Vercesi chiama il discrezionale. Si torna a giocare e Forlì mette a segno un ace con Saccomani (7-8). Le romagnole mettono la freccia e sorpassano (11-10). Un micidiale fendente di Aguero fa suonare il time out (12-11). Alla ripresa del gioco Smirnova affonda due sciabolate (14-12). La squadra gira a meraviglia e Smirnova è la sua arma non convenzionale (16-14). Ma Soverato non molla e riporta il set in equilibrio (16-16). Tai Aguero, che gioca con l’entusiasmo e l’impegno di una esordiente, conclude due attacchi importantissimi (19-16). Il finale del set è a senso unico: tutte le Aquile mettono la loro firma al successo finale. Match ball con Tai Aguero al servizio, errore di Soverato 25-18 e scoppia la festa in campo!
La festa è proseguita poi sulle gradinate dove le ragazze di coach Vercesi sono andate a salutare i tanti tifosi arrivati da Forlì per sostenerle. A Tai Aguero è stata consegnata la speciale coppa di migliore giocatrice dell’incontro. A sorpresa, prima della premiazione, la centrale della Volley 2002 Forlì, Vera Klimovich, è stata chiamata dallo speaker in campo, dove il fidanzato e allenatore Angelo Vercesi le ha chiesto ufficialmente di sposarlo, offrendole in ginocchio l’anello di fidanzamento. Dopo il momento di commozione generale, Mauro Fabris, presidente della Lega Volley femminile, ha proceduto
alla premiazione ufficiale delle ragazze e dello staff della Volley 2002 Forlì con la consegna della Coppa Italia 2015-2016 di A2.

Al termine dell’incontro, l’allenatore della Volley 2002, Angelo Vercesi, ha dichiarato: “Ringrazio Forlì che mi ha portato a raggiungere questo successo. Questo titolo lo voglio dedicare alla mia famiglia, alla mia ragazza, alla società, a tutti i forlivesi. La pallavolo è la mia passione e questa vittoria è anche un po’ una mia rivincita personale. Oggi festeggiamo, da domani rimettiamo i piedi per terra perché abbiamo ancora quattro gare da giocare tra cui quella contro Soverato che è a pari merito con noi al primo posto. Dipenderà solo da noi se riusciremo a raggiungere la promozione diretta o se dovremo soffrire con i play off”.
Al termine della premiazione capitan Alessandra Ventura ha dichiarato: “Facevo parte della squadra che quattordici anni fa vinse la prima Coppa Italia A2, ma ero molto giovane, oggi sono più cosciente e sono contentissima anche perché questo successo arriva in un momento importante della mia carriera. L’augurio che voglio fare a tutta la squadra e alla società è di ripetere l’annata di quattordici anni fa. Lo dico con umiltà ma mi sento che questa squadra può vincere tutto”.
Laura Saccomani, autrice di 14 punti come Smirnova e Aguero, ha dichiarato: “È stata una partita perfetta, nella quale siamo finalmente riusciti a giocare il nostro gioco senza farci distrarre dalle avversarie, cosa per noi fondamentale. Oggi non abbiamo dato spazio a Soverato. Devo fare i complimenti a tutte le compagne perché abbiamo sbagliato pochissimo e soprattutto siamo state squadra, ci siamo aiutate a vicenda e non abbiamo mai abbassato la testa”.
Tai Aguero eletta migliore giocatrice del match, ha dichiarato: “Ho vinto tanti trofei nella mia carriera ma questo ha un sapore particolare… ha sapore di Forlì. Sono veramente molto contenta perché era qualche anno che non vincevo, quindi per me vincere una coppa Italia di A2 rappresenta l’inizio di qualcosa di importante. Il campionato non è ancora finito allora mi auguro che, insieme alle mie compagne, lavorando tanto e mettendocela tutta potremo vincere il campionato nel più breve tempo possibile. Sono molto felice di stare a Forlì, in questa società, le ragazze mi vogliono molto bene, mi fanno sentire fondamentale, mi ascoltano, mi stimano tanto e tutto questo per me è molto molto importante”.

Volley 2002 Forlì: Smirnova 14, Ceron, Balboni, Strobbe 8, Gibertini (L), Saccomani 14, Ferrara (L), Aguero 14, Assirelli 7. Non entrate: Ventura, Bonciani, Guasti, Klimovich. All. Angelo Vercesi. Vice Michele Briganti.
Muri 14, ace 3, battute sbagliate 6, errori ricez. 5, ricez. pos 77%, ricez. perf 11%, errori attacco 10, attacco 42%.

Volley Soverato: Travaglini 4, Fresco 9, Nardini 3, Cumino 2, Donà 9, Begic 12, Caforio (L). Non entrate: Bertone, Vietti, Lupidi, Mastrilli. All. Luca Secchi. Vice Antonio Stella.
Muri 5, battute sbagliate 8, errori ricez. 5, ricez. pos 79%, ricez. perf 9%, errori attacco 10, attacco 29%.

Arbitri: Federico Del Vecchio e Massimo Rolla.
Durata set: 22’, 27’, 23’; tot. 72’.