Il Parco Regionale Delta del Po

0

Il Parco Regionale del Delta del Po dell’Emilia-Romagna è stato istituito nel 1988 con apposita Legge Regionale (L.R. 27/88) e fa parte del sistema delle aree protette dell’Emilia-Romagna. Esso copre aree considerate tra le più produttive e ricche in biodiversità. Il Parco possiede la più vasta estensione di zone umide protette d’Italia, aree d’eccezionale valore ecologico. Non esiste un censimento esaustivo delle specie vegetali presenti nel Parco regionale del Delta del Po. Tuttavia, sulla base dei dati raccolti negli anni dai diversi autori per singole zone, è certa la presenza di almeno 970 specie ed è possibile effettuare una stima che fornisce l’ordine di grandezza della diversità specifica presente: il numero stimabile si aggira attorno a circa 1.000-1.100 specie presenti. La fauna del Parco del Delta del Po è sicuramente uno degli elementi di maggior pregio dell’area protetta. Sono note complessivamente più di 460 specie di Vertebrati. Gli uccelli del Delta del Po costituiscono un patrimonio di straordinario valore, con oltre 300 specie segnalate negli ultimi decenni, di cui oltre 150 nidificanti e oltre 180 svernanti. Tale ricchezza fa del Parco la più importante area ornitologica italiana ed una delle più rilevanti d’Europa. Le grandi bonifiche intraprese in tempi storici, ma attuate, in particolare, tra la fine del XIX secolo e gli anni ’70, hanno consentito la messa a coltura di decine di migliaia di ettari precedentemente palustri. Le grandi estensioni di pascoli umidi e valli utilizzate per la pesca sono state così sostituite, negli ultimi due secoli, da aree agricole drenate grazie all’azione delle pompe idrovore.
I numeri:
2 Province: Ferrara, Ravenna.
9 Comuni: Mesola, Goro, Codigoro, Comacchio, Ostellato, Argenta, Alfonsine, Ravenna, Cervia. Per un totale di 53.653 ettari di superficie.
6 stazioni “Ambiti territoriali omogenei”:
1 “Volano — Mesola — Goro” 13.730 ha.
2 “Centro Storico di Comacchio” 6.715 ha.
3 “Valli di Comacchio” 15.105 ha.
4 “Pineta San Vitale e Piallase di Ravenna” 7.336 ha.
5 “Pineta di Classe e Saline di Cervia” 8.286 ha.
6 “Campotto di Argenta” 2.481 ha.
11 Zone Ramsar (Iran, 1971).
17 Siti di Interesse Comunitario (SIC).
14 Zone a Protezione Speciale (ZPS).
Nei 40 km di costa su 90 complessivi della Regione Emilia – Romagna sono presenti 297 specie di uccelli: 146 specie nidificanti, 151 specie svernanti, circa 55.000 uccelli svernanti e 35.000 nidificanti, 374 specie di vertebrati, 53 specie di pesci, 10 di anfibi, 15 rettili, 41 mammiferi, oltre 1000 specie di piante. Cliccare sull’immagine per vedere il videoservizio.