sarte macchina cucire

Dopo il successo delle edizioni ravennati che dal 2010 hanno visto la partecipazione di più di 300 corsiste, un’edizione finanziata dal Comune di Cervia e il primo corso a ottobre del 2014 a Forlì, è in partenza il prossimo 9 marzo la III edizione del corso di Sartoria Creativa e Emotiva a cura di Stefania Pelloni de “LaCuciria” della cooperativa sociale Villaggio Globale di Ravenna e Claudia Dall’Agata, eco-artigiana di Artefatti. È un corso che si basa su una filosofia particolare che è quella del riuso dei materiali da un lato e del riappropriarsi della propria creatività e del fare dall’altro, anche in un’ottica di autoproduzione. Così alle corsiste chiediamo di portare stoffe del cuore (abiti smessi, vecchi tovaglie, coperte ecc.) da condividere, in modo che ogni progetto sia il risultato delle singole capacità unite a stoffe dei ricordi che appartengono a tutte le corsiste.

Le realizzazioni delle sartine che si cimentano con la macchina da cucire nel nostro laboratorio creativo hanno doppie mandate di cuciture, orli non orli e sfilacciamenti vari, ma non è un problema! L’idea della sartoria creativa e emotiva è nata, infatti, a Stefania dalla grande passione per “l’architetto” austriaco Hundertwasser, a cui per altro è dedicato l’intero progetto portato avanti dalla Cuciria ravennate. Lo scopo primario, oltre a quello dello scambio di esperienze è quello di far riemergere la propria creatività nascosta e di vedere le cose sotto altri punti di vista. E’ per questo che non esistono errori, ma solo “Ostacoli di Bellezza”, che obbligano a trovare, proprio come nella vita di tutti i giorni, soluzioni alternative e creative per migliorare… in questo caso i manufatti sartoriali.

La novità di questa edizione è un doppio appuntamento: un corso di secondo livello nel tardo pomeriggio dalle 17,30 alle 19,30 e un corso serale di primo livello rivolto a esperte e inesperte! A partire dal 9 marzo per sei incontri le sartine che hanno già frequentato negli anni passati il corso di primo livello potranno cimentarsi con il mondo dei cartamodelli per realizzare capi unici e personalizzati. A seguire in serata il corso di primo livello dove le partecipanti impareremo a destrutturare le competenze classiche del cucito per immergersi in un mondo di creatività dove non esistono errori ma solo ostacoli di bellezza!

Il corso si tiene il mercoledì in una magnifica location che è l’azienda Dino Zoli Tessuti, accanto allo spaccio dove si possono trovare campioni, fine collezioni e tessuti di fine rotolo. Le corsiste avranno la possibilità ogni volta, oltre che di utilizzare le stoffe messe a disposizione dell’azienda, di spulciare nello spaccio a caccia di tessuti di recupero favolosi.
Potranno, inoltre, provare diversi modelli di macchine da cucire messe a disposizione da Chiara Vignali, con cui La Cuciria e Artefatti collaborano da diversi anni, e sperimentarsi per poter meglio trovare la propria futura compagna di viaggio.
Alla fine del corso è prevista inoltre la visita aziendale per far conoscere i principali processi e le fasi lavorative che trasformano i filati in tessuto. Per info e contatti: Artefatti via Giorgio Regnoli 36 a Forlì clod.artefatti@gmail.com 3334773048.