Casa delle Aie Cervia

Dopo il grande successo delle prime iniziative del 2016 proseguono gli appuntamenti della stagione culturale 2015-2016, promossa dall’Associazione Culturale Casa delle Aie Cervia. Venerdì 26 febbraio,  alla Casa delle Aie, in via Aldo Ascione 4 a Cervia, si svolgerà una serata dedicata a “Lom a merz”, alla “tradizione delle focarine” in Romagna.
Il ritrovo per l’iniziativa è previsto per le ore 20,30, nello spazio antistante la Casa delle Aie per il tradizionale falò. Alle ore 21,00 nel teatrino delle Aie è in programma un concerto dei Canterini Romagnoli di Ravenna – Gruppo Corale Pratella Martuzzi, diretto dal maestro Matteo Unich. Nel corso dell’iniziativa sono in programma anche interventi con aneddoti e racconti sulle focarine, sulla Romagna e i romagnoli, a cura di Gabriele Zelli e Radames Garoia, grandi studiosi e ricercatori di storia e cultura romagnola.

L’ingresso alla serata del Teatrino delle Aie è libero e gratuito, anche per i non soci. In occasione dei “venerdì culturali” la gestione del Ristorante della Casa delle Aie, che fa capo ai fratelli Battistini, presenta interessanti proposte di degustazione di piatti della tradizione gastronomica romagnola (tel. 0544/927631).

Rivive nella prima parte della serata, in uno spazio aperto antistante le Aie, la tradizione di “Lóm a Mèrz”, delle focarine, dei falò, che illuminavano le campagne nel periodo della transizione tra l’inverno e l’imminente primavera. Falò che rivestivano un valore simbolico propiziatorio, di purificazione dai rigori e dalle miserie dell’inverno, di apertura al risveglio della natura e all’espressione delle sue forze vitali e creative. Era l’occasione per le famiglie per festeggiare, per ritrovarsi nelle aie e nei campi a cantare, con il girotondo dei bambini attorno alle focarine, con l’auspicio di futuri, abbondanti raccolti. Durante lo spettacolo musicale  verranno eseguite le più belle cante romagnole con le musiche di Cesare Martuzzi, Francesco Balilla Pratella e Guido Bianchi e con gli indimenticabili versi di Aldo Spallicci e Rino Cortesi.