Campus Forli

Si insedia oggi il nuovo Rettore Francesco Ubertini (nella foto il quarto da destra), che reggerà l’Alma Mater dal 2015 al 2021 e che, come primo atto ufficiale, presenta la propria squadra, alcune azioni prioritarie e i suoi prossimi impegni in sede nazionale e internazionale. Molte sono le nuove deleghe e gli incarichi a progetto per presidiare ambiti innovativi e temi trasversali di particolare rilevanza, ad esempio le tecnologie digitali, l’imprenditorialità, il multilinguismo, la sostenibilità ambientale, le attività sportive, la ricerca industriale e la cooperazione territoriale. Sono affidate a docenti e ricercatori di aree e sedi diverse che esprimono l’impegno a una partecipazione condivisa alla vita dell’Ateneo. Una particolare attenzione viene rivolta alla realtà del multicampus (il cui incarico di prorettore ad interim resta affidato al Rettore stesso).

Prorettori e delegati
Ciascun prorettore è affiancato da delegati per tematiche specifiche nell’ambito di propria competenza.
Prorettore Vicario – Mirko Degli Esposti
Prorettore alle sedi di Forlì, Cesena, Ravenna e Rimini – Rettore ad interim
Prorettore per gli studenti – Elena Trombini
Deleghe:
inserimento nel mondo del lavoro – Eugenia Rossi di Schio
orientamento e rapporti con il sistema scolastico – Alessandra Locatelli
Prorettore per la didattica – Enrico Sangiorgi
Deleghe:
formazione internazionale – Stefano Cavazza
formazione permanente – Lucia Manzoli
Prorettore per la ricerca – Antonino Rotolo
Deleghe:
programmi di ricerca europei – Patrizia Brigidi
programmi di ricerca nazionali – Uberto Pagotto
Prorettore per le risorse umane – Chiara Elefante
Deleghe:
benessere lavorativo – Tullia Gallina Toschi
pari opportunità – Elena Luppi
Prorettore per le tecnologie digitali – Paola Salomoni
Prorettore per le relazioni internazionali – Alessandra Scagliarini
Deleghe:
Asia – Antonio Fiori
Cina – Prorettore in collaborazione con Collegio di Cina e Istituto Confucio
Europa e Nord America – Beatrice Fraboni
Mediterraneo e Africa – Prorettore
Paesi Arabi – Ahmad Addous
Paesi dell’Est Europa – Stefano Bianchini
Deleghe e incarichi a progetto
Accanto ai prorettori vi sono deleghe e incarichi a progetto per temi trasversali di particolare rilevanza.
Attività sportive – Giacomo Calzolari
Bilancio – Angelo Paletta
Disabilità – Rabih Chattat
Edilizia e sostenibilità ambientale – Riccardo Gulli
Editoria multimediale – Nicolò Marchetti
Imprenditorialità – Rosa Grimaldi
Iniziative culturali – Marco Antonio Bazzocchi
Multilinguismo e interculturalità – John Patrick Leech
Relazioni sindacali – Carlo Zoli
Ricerca industriale, cooperazione territoriale e innovazione – Fabio Fava

il Rettore ha inviato a tutta l’Alma Mater la seguente comunicazione:

Carissime e Carissimi,
in questo primo giorno di attività come Rettore della nostra comunità di studenti, docenti, tecnici e amministrativi, desidero manifestarvi l’entusiasmo e l’impegno con i quali mi accingo ad affrontare, insieme a tutti voi, i prossimi sei anni in un ruolo di grande responsabilità. Guidare l’Alma Mater, un Ateneo pubblico, internazionale, multidisciplinare e multicampus è un onore che mi emoziona e mi riempie d’orgoglio.
Il primo pensiero va al mio predecessore Ivano Dionigi che ringrazio a nome di tutti per quanto fatto durante il suo mandato, segnato da grandi cambiamenti normativi, forti tagli delle risorse e anni di crisi economica mai affrontati prima. Se oggi possiamo guardare con ottimismo a nuove opportunità di crescita e di sviluppo lo dobbiamo all’impegno, al rigore e alla competenza con cui ha operato insieme a tutta la squadra che lo ha affiancato.
Questo cammino incomincia insieme a un nuovo gruppo di Prorettori e Delegati con i quali lavoreremo per concretizzare idee e progetti discussi durante i mesi passati e stimolarne di nuovi. Sono colleghe e colleghi che provengono da aree e sedi diverse e che esprimono la partecipazione condivisa alla vita del nostro Ateneo.
Durante i prossimi anni affronteremo sicuramente momenti entusiasmanti e situazioni difficili. Lo faremo sempre attraverso il dialogo e il confronto, elementi fondativi di ogni comunità. Lo faremo con l’equilibrio e l’attenzione ai singoli che mi sono propri da sempre, per far emergere i talenti di tutti e coinvolgerli nel grande privilegio che ci è dato di contribuire a costruire il futuro e a formare le generazioni del domani.
Buon lavoro dunque a tutti noi.

Francesco Ubertini