palazzo pretorio terra del sole

La Pro Loco di Terra Del Sole, al fine di far conoscere e valorizzare ulteriormente il Palazzo Pretorio (nella foto), ospita periodicamente all’interno della sala ex tribunale mediceo mostre e momenti espositivi di vario genere. Uno degli appuntamenti più significativi svolti in corso d’anno è quello che verrà offerto a tutti dallo scultore Otello Turci che esporrà le sue pregevoli creazioni dal 24 ottobre al 21 novembre (inaugurazione sabato 24 ottobre alle ore 16,30. Turci sin da giovane si è applicato nell’intagliare il legno modellando e creando le forme più svariate congegnali al proprio essere. Il messaggio etico trasmesso da Turci ha destato nel tempo sempre più interesse nel pubblico e nella critica. Tale successo è dimostrato dalle innumerevoli esposizioni che l’artista ha presentato in Regione, in Italia e anche all’estero. Il messaggio universale della produzione di Otello Turci è stato colto in esposizioni tenutesi tra l’altro in Francia, Lussemburgo, Svizzera, Germania e in America. La valenza dell’artista e quanto da lui eseguito nel tempo viene confermato dai diversi premi nazionali a lui attribuiti oltre ai tanti apprezzamenti ricevuti da personalità del mondo politico e culturale tra le quali spicca quello di SS. Papa Giovanni Paolo II al quale fu donata una sua opera. Sculture in legno ma anche in bronzo e in ceramica hanno caratterizzato la produzione artistica del Turci che si è dispiegata con costanza fino ai giorni nostri. L’artista è inoltre sempre accompagnato dalla moglie Paola Monduchi, valente pittrice conosciuta anch’essa in Regione e oltre e la cui arte, come ripreso più volte dalla critica, è rivolta alla solidarietà verso gli ultimi “di coloro che sono meno gratificati nella vita”. «Un grazie, anche a nome del presidente e dal consiglio della nostra Pro Loco – spiega Domenico Settanni vicepresidente Pro Loco di Terra Del Sole – va pertanto a Otello Turci per aver accettato il nostro invito ad esporre in Palazzo Pretorio gratificandoci con le sue opere meticolosamente scelte rispetto all’ambiente e magistralmente descritte dal noto critico d’arte professore Dall’Ara che interverrà alla inaugurazione».

Orari della mostra: mercoledì e sabato ore 15,00-19,00. Domenica ore 10,00–12,30. Martedì-giovedì e venerdì solo su prenotazione.